27 Febbraio 2024, martedì
9.1 C
Fivizzano

Distretto rurale della Lunigiana: parte la costruzione del Progetto

Si avvia il percorso per la redazione del Progetto economico-territoriale del Distretto Rurale della Lunigiana che si vuole avere pronto entro il 31 luglio 2020. Dopo avere approvato l’Accordo a marzo e il Regolamento di funzionamento a ottobre, i sottoscrittori si sono trovati il 19 e il 26 novembre e hanno condiviso metodo e calendario dei lavori necessari. Da qui a febbraio compiranno approfondimenti sui dati e informazioni necessarie per predisporre il progetto, faranno conoscere il tema del Distretto e le opportunità che esso può offrire nelle diverse occasioni di incontro esistenti sul territorio e si renderanno disponibili per essere contattati dai soggetti e imprese interessate.

Su queste basi tra marzo e giugno prepareranno il progetto e ne diffonderanno i contenuti per raccogliere le osservazioni e poter poi approvarlo a luglio e inviarlo così per la ratifica alla Regione Toscana. Il soggetto referente per la predisposizione del progetto è l’Unione di Comuni Montana della Lunigiana, attraverso l’assessore all’Agricoltura, Sindaco di Bagnone, Carletto Marconi, che svolge questo compito seguendo le indicazioni dell’Assemblea di Distretto operativamente rappresentata dal Vicepresidente Giorgio Bonalume, assessore alle attività economiche, programmazione e bilancio del Comune di Fosdinovo e con la concreta collaborazione di tutti i sottoscrittori: Provincia di Massa Carrara, tutti i Comuni della Lunigiana, Federazione Coltivatori Diretti di Massa Carrara, Confederazione Italiana Agricoltura Toscana Nord, Confartigianato Imprese di Massa Carrara, Camera di Commercio Massa Carrara, ConfCommercio, Legacoop Massa Carrara e la società Sviluppo Lunigiana Leader (GAL).

Il Distretto sta già ricevendo richieste di nuove sottoscrizioni come, ad esempio, la recente richiesta della CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa di Massa Carrara e l’interesse di altri soggetti come ad esempio la Strada del Vino dei Colli di Candia e Lunigiana. Lo scopo è costruire il Sistema Lunigiana, ovvero promuovere un’azione collettiva tra istituzioni, società civile e imprese volta a integrare aree territoriali, settori di attività economiche e filiere produttive e di servizi mediante il potenziamento dei rapporti tra gli attori operanti nell’area. In particolare il redigendo progetto sarà formulato partendo dall’ascolto delle esigenze degli operatori del sistema così che immediatamente possa essere una risposta ai bisogni effettivi di chi opera ed uno strumento operativo oltre che istituzionale ed organizzativo nella logica di avvicinare le istituzioni pubbliche al cittadino per diventare strumento di governo effettivo del territorio. Il Distretto vuole essere lo strumento con il quale far crescere e funzionare il Sistema. A breve sul sito dell’Unione www.unionedicomunimontanalunigiana.it verrà predisposta una sezione dedicata al Distretto Rurale con le informazioni disponibili che verranno via via aggiornate.

News feed
Notizie simili