24 Febbraio 2024, sabato
6.4 C
Fivizzano

Controlli della Polizia a Spezia

Anche nella giornata di ieri sono proseguiti i controlli del territorio della Polizia di Stato della Questura spezzina unitamente al rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine con equipaggi aggregati dal Piemonte, per elevare il dispositivo anticrimine e proseguire nell’attività di prevenzione anticovid.

Nell’ambito dei servizi di vigilanza, che dal centro città sono stati estesi al quartiere Umbertino, verso le 18.30 venivano controllati in piazza Verdi una dozzina di ragazzi italiani, molti dei quali minori, che venivano identificati e responsabilizzati  a tenere un comportamento più consono, visti alcuni atteggiamenti molesti registrati verso i passanti  poco prima. 

Intanto, la Squadra Polizia Amministrativa della Questura spezzina, unitamente ad alcuni operatori della Squadra Volante, eseguiva una serie di controlli amministrativi all’interno di alcune attività del centro cittadino, compresi tre centri per massaggi. Dipendenti ed avventori sono risultati tutti in regola con la normativa sanitaria e, per gli stranieri, con il permesso di soggiorno.

Gli stessi operatori hanno proceduto ad un nuovo controllo di un bar in via Nino Bixio, in occasione della notifica al titolare dell’attività, di due sanzioni amministrative per altrettanti violazioni riscontrate da personale della Squadra Volante nel corso di un intervento avvenuto dopo la mezzanotte del 29 agosto u.s.. Nella circostanza, gli agenti avevano riscontrato la violazione dell’Ordinanza Sindacale 103/2021, per aver proseguito alla diffusione musicale oltre la mezzanotte e per aver consentito l’accesso all’interno del locale di numerosi avventori, una decina in più rispetto al numero previsto ed indicato anche nel cartello affisso all’entrata del locale, permettendo così il crearsi di un assembramento. Le sanzioni notificate sono pari a 400 euro l’una. 

Nel primo pomeriggio, la Squadra Mobile ha tratto in arresto uno spezzino di 57 anni eseguendo un ordine di carcerazione della Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Genova che, a seguito dell’unificazione di pene concorrenti, lo ha condannato alla pena di anni 7, mesi 1 e 15 giorni di reclusione per svariati reati, da lesioni personali aggravate e minacce, oltraggio a PU, a bancarotta fraudolenta e omessa dichiarazione di imposte; l’uomo è stato associato alla locale Casa Circondariale.

Nel corso della giornata sono proseguiti altresì a pieno regime i controlli ai nodi della circolazione stradale, autostradale e ferroviaria della provincia spezzina da parte delle Specialità della Polizia di Stato.

Il consuntivo della giornata è di 6 posti di controllo in strada, n. 205 persone controllate, di cui 45 straniere, n. 64 veicoli controllati, 6 persone denunciate, di cui 2 cittadini stranieri, 1 arrestato ed elevate 18 contravvenzioni al codice della strada.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili