Ciao Maia! Il vigile del fuoco a 4 zampe di Massa Carrara

La storia di Maia nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco inizia a marzo 2011 quando, dopo aver superato uno skill test (test di verifica e monitoraggio delle capacità in ambito del soccorso), entra con il suo conduttore, VFC Zurlini Silvio, in formazione sotto la Direzione Regionale VV.F. Toscana, con l’ambizione di diventare una nuova Unità Cinofila, traguardo raggiunto il 14 febbraio 2014.

Da quel giorno, Maia e il suo conduttore, hanno cominciato a fare ricerche in molte delle regioni italiane interessati da varie emergenze, tra cui: Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Umbria e, ovviamente, Toscana.

Da evidenziare, tra i molteplici interventi portati a buon fine, l’operato durante il terremoto di Amatrice, dove Maia è riuscita ad individuare due vittime dove altri cani erano già passati senza però fiutare nulla: il suo contributo è stato fondamentale.

Inoltre, in ambito provinciale, ha partecipato alle ricerche organizzate in seguito al grave incidente avvenuto nel 2016 alle cave di marmo di Carrara e a quelle organizzate in seguito all’alluvione di Livorno avvenuta nel 2017. Durante queste occasioni, Maia, ha dimostrato ottime capacità per il lavoro svolto, acquisendo la stima delle decine di persone che stavo assistendo e operando sul sito.

Purtroppo, non tutto è andato per il verso giusto, perché a giugno 2018 purtroppo Maia si ammala, tanto da essere costretta a riposo.

Nonostante le costanti cure e l’affetto profondo del suo conduttore, Maia non è riuscita a superare la malattia e, nei giorni scorsi (5 aprile 2021, è venuta a mancare al suo conduttore e al Comando dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara.

La vogliamo ricordare così come rappresentata nelle foto che trovate in questo articolo.

Il comandante
Ing. Calogero Daidone

Total
17
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
Total
17
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!