Barani: “Craxi sarebbe stato Presidente della Repubblica”, lo hanno assassinato

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa arrivata dall’ex senatore Lucio Barani:

Per il ventiduesimo anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, il più grande statista di tutti i tempi, lasciato morire esule e ammalato ad Hammamet,  per il colpo di stato perpetrato da potenze straniere e dai poteri forti della finanza creativa con la complicità dei nostri servizi segreti, di certa magistratura politicizzata e di alcuni editori di testate giornalistiche asservite ai golpisti, il Sen Lucio Barani che già, da sindaco di Aulla aveva consegnato la cittadinanza onoraria di Aulla ad Hammamet a Bettino e già intitolato una piazza e fatto realizzare un monumento a Craxi, ha deposto un mazzo di garofani Rossi ai piedi della magnifica statua e nella piazza a lui dedicata e intitolata.

“Con lui l’Italia sarebbe ancora una delle prime 4 potenze economiche del mondo, senza poveri, disoccupati e profughi”.

“Il 24 gennaio sarebbe stato eletto per acclamazione presidente della repubblica italiana ma chi lo ha fatto assassinare è ancora in parlamento e nei poteri dello stato. I socialisti nel suo nome devono riprendere i posti nello stato che gli sono stati tolti dai golpisti”.

Ultime notizie

Disabilità visiva, aperto info point ANIC ad Aulla

L'info point Giovani ANIC è attivo da quest'anno anche ad Aulla, in Piazza Gramsci all'interno del palazzo comunale. Si tratta...