ASL spiega come pagare ai CUP

asl cup pagamenti

In merito alla segnalazione riportata oggi sugli organi di informazione locale relativa alla non accettazione di contanti presso il Cup di via Bassa Tambura a Massa, l’Azienda USL Toscana nord ovest precisa che dallo scorso marzo tutta la rete delle casse automatiche è stata rinnovata con l’installazione di 84 nuove macchine riscuotitrici, installate in tutto il territorio aziendale.

Si tratta di una operazione di innovazione digitale che risponde a diverse esigenze. Il pagamento attraverso le carte elettroniche è diventato ormai una modalità molto diffusa nella vita quotidiana dei cittadini, anche per la sua comodità e sicurezza. La normativa ha inoltre  introdotto nuove misure per incentivare l’uso di strumenti tracciabili (carte di credito, bancomat, assegno o bonifico) anche per molte spese sanitarie. Nell’ottica del contrasto alla pandemia poi, l’Organizzazione mondiale della sanità ha raccomandato di ridurre il più possibile l’uso del contante, poiché il denaro rappresenta un potenziale veicolo di trasmissione di virus. 

asl pagamenti

L’Azienda è consapevole che a seguito di questa innovazione possono verificarsi alcune criticità, soprattutto per i cittadini (e tra questi i soggetti fragili  e gli anziani in particolare) che, sono abituati a pagare in contanti e che non dispongono di carte di pagamento elettronico. I nostri sportelli informativi sono appositamente istruiti per fornire ai cittadini ogni indicazione per pagare in contanti presso le farmacie pubbliche e private aderenti all’accordo regionale per i servizi CUP e diffuse sul territorio aziendale. L’importante è che sul modulo di richiesta ticket sia presente il codice univoco di pagamento (IUV). Da quello che si è potuto verificare, nel caso segnalato al cittadino è stato consigliato di pagare in contanti presso una farmacia ma, per motivi che l’Azienda sta cercando di appurare, il pagamento non è stato accettato. 

Sarà comunque cura dell’Asl procedere ad una più diffusa informazione sulle possibili modalità di pagamento presso la struttura di via Bassa Tambura, che al momento sono le seguenti: pagamento con bancomat o carta di credito agli sportelli Cup aziendali o presso le casse automatiche; pagamento via internet attraverso il portale della Regione Toscana https://iris.rete.toscana.it/public/ (inserendo il codice IUV e il codice fiscale) o sul sito  https://www.uslnordovest.toscana.it (accedendo alla sezione “Servizi on line”); pagamento in contanti presso le farmacie pubbliche e private aderenti all’accordo regionale per i servizi Cup (prenotazione, incasso ticket ed attivazione tessera sanitaria).

Per chi non potesse usare questi strumenti di pagamento c’è anche la possibilità di pagare tramite conto corrente postale o tramite bonifico bancario ma, in questo caso, dopo il pagamento, per chiudere la posizione debitoria, è necessario consegnare copia della ricevuta presso uno sportello ASL (o trasmetterla via posta elettronica a ricevute.ticket@uslnordovest.toscana.it). 

L’Azienda specifica inoltre che a breve sarà possibile pagare tramite Mav e, in contanti, anche in tabaccheria.

Total
2
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
Total
2
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!