mercoledì 7 Dicembre 2022

Arriva il bilancio dell'attività di controllo estiva da parte della Polizia di Massa Carrara

Durante l’estate il 113 a Massa ha squillato quasi diecimila volte, 9964 per la precisione le chiamate al numero di emergenza, a testimoniare una richiesta costante di presenza della Polizia.
Lo scorso 27 ottobre, il Questore Giuseppe Ferrari, in presenza dei Dirigenti dei vari Uffici della Questura e delle Specialità, ha tenuto una conferenza stampa sui risultati della stagione estiva, illustrando i dati e le attività che rendono chiaro l’impegno degli uomini e delle donne della Polizia di Stato sul territorio apuano.
Le attività dei poliziotti si sono concentrate in particolare su quattro obbiettivi: attività di prevenzione intensiva nell’area del litorale, da Marina di Carrara a Cinquale di Montignoso, interessata da una notevole concentrazione di presenze legate al turismo ai bagni e dall’incremento della vita notturna; controlli mirati per frenare la prostituzione sullo stesso litorale; controllo dell’area urbana a ridosso di Via Ascoli e Piazza Betti a Marina di Massa, punti di ritrovo giovanile ma anche zone segnalate come piazze di micro spaccio con numerose chiamate dei residenti per il disturbo;  infine intensificazione dell’attività di controllo del territorio alla Partaccia, ove sono presenti numerosi campeggi, (l’area è una delle più estese d’Europa)per contrastare lo spaccio ed i furti, visto anche il notevole incremento di presenze che, nel corso della stagione estiva, si registra.
I risultati conseguiti sono stati significativi. Intanto il numero, non indifferente, di arresti. Dal 15 maggio al 15 settembre sono ben 30 le persone finite manette, il 50% in più dello scorso anno.  E il numero di denunce arriva a 164 complessive. Durante i servizi di controllo del territorio il personale della Polizia di Stato ha controllato 10431 persone, con un aumento del 26,5% rispetto alle 8243 dello stesso periodo del 2017. Un incremento si è registrato anche con riferimento ai veicoli controllati: rispetto alle 6430 vetture del 2017, sono stati 12091 i veicoli sottoposti a controllo da parte degli operatori nel periodo di riferimento del 2018 (con un aumento dell’88%). Di questi, 6813 sono stati monitorati con il sistema Mercurio, in dotazione agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine. Sono numeri cresciuti a fronte di risorse umane invariate. A dimostrare che l’aver posto degli obiettivi, prima dell’inizio della stagione, è stato utile per capire come intervenire meglio ed in che modo, aumentando l’efficacia dell’azione operativa. Determinante è stata la sinergia con le altre Forze di Polizia e con le Polizie Municipali.
Questo modello d’intervento proseguirà in ogni caso anche nei prossimi mesi, soprattutto nei fine settimana, con controlli sulla vita notturna e sullo spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani.

Ultime notizie

Pannelli di rivestimento facciate degli ospedali: l’Asl Toscana nord ovest è in attesa dell’esito degli approfondimenti tecnici

L’Azienda Usl Toscana nord ovest ha richiesto al concessionario SAT di effettuare le verifiche richieste sulla “presenza di prodotti installati sulle facciate delle strutture...

Il Centro Intercomunale di Protezione Civile è realtà: la Regione assegna 400mila euro all’Unione di Comuni Montana Lunigiana

A darne notizia il sindaco di Tresana a assessore alla Protezione Civile dell’Unione di Comuni Matteo Mastrini che così commenta: "Dopo la Green Community,...

I sindaci di Zeri e Podenzana: “No alla riduzione delle guardie mediche”

Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dei sindaci di Zeri e Podenzana: Si sente da tempo preannunciare la riduzione della presenza delle figure di continuità...
it_ITItalian