Amministrative a Pontremoli, si parte con le campagne elettorali

Settembre mese di ripartenze e anche di nuove sfide amministrative all’interno di due comuni della Lunigiana: Bagnone e Pontremoli.

Nel comune del “campanone”, Lucia Baracchini conclude il suo mandato all’Amministrazione pontremolese e lascia il campo libero ad una accesa sfida che vede due liste contrapposte: Elisabetta Sordi con la lista Pontremoli Più e Jacopo Maria Ferri con Cara Puntremal.

“La nostra squadra è pronta – evidenzia Sordi presentando la propria candidatura – e l’obiettivo è riportare la nostra Città al centro di un percorso di sviluppo, come motore del territorio. Basta con gli anni del Palazzo e degli amici degli amici incapaci di elaborare strategie e progetti”.

“Dobbiamo avviare un percorso di cambiamento profondo – prosegue – che deve vedere la partecipazione di tutti i cittadini. Abbiamo creato una lista assicurandoci che i partecipanti fossero pronti ad affrontare una competizione che va ben oltre la campagna elettorale. Per la prima volta ci sono e ci saranno le risorse per avviare un cambiamento profondo delle condizioni di vita dei pontremolesi: trasporti, sanità, scuola, lavoro, rilancio dell’economia”.

La lista “Pontremoli Più” presenta 11 soggetti al fianco del candidato Sindaco Elisabetta Sordi; in tutto quindi sei donne e sei uomini di diversa estrazione politica e della società civile che “daranno tutto il loro impegno nella campagna elettorale per creare le condizioni di un nuovo governo partecipato e competente”.

“L’amore per la nostra Città, per questa terra, ci ha guidato in questi anni – esordisce Ferri presentando la propria lista per la tornata elettorale -. La presenza, la disponibilità, la dedizione a Pontremoli sono i principi inderogabili che ci hanno sempre ispirato e che ci ispireranno.Mai contro, ma sempre per, costruire e non distruggere, proporre e non delegittimare. Questi i nostri valori, questa la nostra squadra: cara Püntremal!”.

“La mia campagna elettorale – dichiara Ferri in un post su Facebook – sarà lo stesso impegno di tutti i giorni, come negli ultimi dieci anni. Sarà l’essere con voi nelle piazze e nei bar, la mattina o la sera, in qualunque momento e spazio che offrano occasioni d’incontro e di confronto reali. Sarà la voglia di ascoltare ed il tentativo di trovare risposta ai problemi. Sarà il continuare a cercare di dare gambe e percorsi alle idee e ai progetti: i miei ed i vostri. Sarà insomma il piacere e la preoccupazione di vivere, sempre, la Città: pochi video, tante concrete parole scambiate davvero, guardandosi negli occhi. Nulla di più e nulla di meno: proprio come negli ultimi dieci anni!”

Insomma, da qui ad ottobre non mancheranno progetti e idee che poi dovranno concretizzarsi in un futuro prossimo denso di sfide.

Lascia un commento
Total
15
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!