mercoledì, Agosto 10, 2022
HomeMassa CarraraAl NOA i donatori...

Al NOA i donatori di musica: Prokofiev, pace e solidarietà

Hanno esordito con la Sonata per violino e pianoforte di Sergej Prokofiev e l’occasione ha consentito ad Andrea Pecolo, primo violino dell’orchestra del teatro La Scala di MIlano, per un commento accorato sulla Ucraina e sulla guerra in atto con la russia.

“Noi veniamo a portare un messaggio di pace – esordisce il musicista, ospite del concerto proposto presso l’ospedale delle Apuane dalla associazione dei Donatori di musica – e a questo compito voglio dedicare una riflessione che ha caratterizzato un momento recente della nostra attività. La sera del 24 febbraio scorso – continua Andrea Pecolo – giorno della invasione dell’Ucraina, io e la mia collega Barbara Tolomelli, pianista con l’orchestra del teatro La Scala, eravamo a Milano con il direttore Valery Gergiev, russo, con un’orchestra russa ad interpretare un’opera russa con cantanti russi: ecco, abbiamo perso l’occasione per mantenere un dialogo aperto. Quello che è avvenuto riguarda una sola persona, non il popolo a cui quella persona appartiene. Non possiamo schierarci a favore o contro: il nostro pensiero deve andare solo alla sofferenza che innocenti stanno vivendo. Russi, ucraini, ceceni, lituani o bielorussi sono solamente incolpevoli protagonisti, loro malgrado, di scelte legate solo al potere. Non voglio entrare in un’analisi politica non ritenendomene capace, preciso solo che Sergej Prokofiev, compositore del quale eseguiremo la Sonata per violino e pianoforte, è uno dei più grandi autori russi. Ma tutti dimenticano che lui è invece ucraino essendo nato nella provincia di Odessa.”

I due musicisti erano stati presentati dal Primario del reparto di Oncologia dell’ospedale Noa, Andrea Mambrini: “Questa sera appuntamento di grande classe. Barbara Tolomelli ed Andrea Pecolo sono due musicisti dell’orchestra del teatro La scala, ed hanno voluto contribuire con la loro presenza ad arricchire la nostra esperienza musicale. La nostra Associazione – ha continuato il Direttore – nasce nel 2007 ed ha proposto più di 360 concerti. La presenza oggi di due professori di questo livello contribuisce a confermare, consacrare e legittimare il ruolo di DOnatori di musica. Un compito che sancisce il collegamento, strettissimo, fra psicologia e terapia: il farmaco necessita di una componente psicologica, nel paziente, aperta, ottimista, ben orientata ad accettarlo come rimedio indispensabile. E la musica contribuisce, in maniera ormai stabilita, ad orientare l’animo verso stati di serenità e leggerezza che favoriscono il ruolo della cura.”

Il concerto vero e proprio è poi iniziato. Momenti di altissimo livello hanno consacrato le personaità dei due musicisti. Prokofiev, Brahms, Chaikovsky ed altri famossimi hanno arricchito il programma dei due solisti. “Memorabile!” il commento più ripetuto.

Ultime notizie

La Spezia, sorpresa a spaccare i lucchetti del parco chiuso causa cinghiali aggredisce un carabiniere: 48enne arrestata

Nella tarda serata di ieri, nel transitare nei pressi del parco della Maggiolina, i carabinieri della compagnia di La Spezia hanno notato tre persone...

Viabilità: 33 mila euro per le barriere stradali lungo la Sp 21 Fivizzano-Licciana Nardi

Serviranno per mettere in sicurezza un tratto della Strada Provinciale 21 (Fivizzano-Licciana Nardi) gli oltre 33 mila euro che il Consiglio Provinciale ha messo...

Lunigiana: dal 1° settembre un nuovo medico per il sevizio di igiene e sanità pubblica

Dal 1° di settembre la Lunigiana potrà contare sulla presenza di un medico in carico al dipartimento di prevenzione nel settore igiene e sanità...

pubblicità

it_ITItalian