venerdì 19 Luglio 2024

Addio a Ada Battistini, ultima testimone della strage di Sant’Anna di Stazzema

Ada Battistini, una delle ultime superstiti della tragica strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema del 12 agosto 1944, è deceduta all’età di 92 anni. La sua morte, avvenuta il 15 giugno, lascia un vuoto nella comunità locale e nella storia della Resistenza italiana.

La Strage di Sant’Anna di Stazzema

Il 12 agosto 1944, le truppe tedesche massacrarono 560 civili innocenti, tra cui donne, anziani e bambini, sulle alture sopra la Versilia. Ada Battistini, all’epoca solo 13 anni, fu risparmiata da un giovane soldato tedesco che sparò mirando altrove, uccidendo delle pecore. Suo padre, un reduce della Grande Guerra, non riuscì a salvarsi e fu ucciso nella discesa verso il borgo di Valdicastello, insieme ad altri membri della sua famiglia.

La Vita di Ada Battistini

Ada Battistini nacque l’11 luglio 1931 a Sant’Anna di Stazzema. Dopo la guerra, si stabilì a Coletti di Sant’Anna e successivamente a Strettoia con il marito Cesare Cinquini. Lascia due figli, Franco e Maria Pia. Era conosciuta per la sua dedizione alla famiglia e alla comunità di Sant’Anna. Ada si era occupata anche del fratello, accudendolo per tanto tempo.

La Memoria di Ada Battistini

Ada Battistini fu una testimone chiave nel processo al tribunale militare di La Spezia, in cui furono condannati 10 ufficiali tedeschi. La sua storia e il suo coraggio saranno sempre ricordati come un esempio di resistenza contro la violenza e l’oppressione. Il Parco della Pace di Sant’Anna di Stazzema ricorda Ada Battistini come una delle ultime voci della memoria storica di quella tragica giornata.

Il genero di Ada, Vittorio Tommasi, la ricorda come “una bravissima persona che ha dedicato tutta la sua vita alla famiglia e a Sant’Anna”. Ada si era occupata anche del fratello, accudendolo per tanto tempo. La sua storia è un esempio di forza e di resistenza contro la violenza e l’oppressione.

La strage di Sant’Anna di Stazzema è un episodio tragico della storia italiana che non deve essere dimenticato. La morte di Ada Battistini ci ricorda l’importanza di preservare la memoria storica e di onorare le vittime di quella tragica giornata.

Articoli Simili