domenica 27 Novembre 2022

Ultimi giorni del festival MutaMenti

L’ultima tripletta di appuntamenti per questa prima sessione di MutaMenti 2022 toccherà in successione, a partire da giovedì 29 settembre, i comuni di Pontremoli, Mulazzo e Massa.

Un palinsesto, quello in calendario fino al 1 ottobre, che sta riscontrando un notevole successo di pubblico e il consenso unanime della critica che riconosce ormai nella rassegna organizzata dall’Istituto Valorizzazione Castelli e giunta al sesta edizione una delle proposte culturali più interessanti del territorio provinciale.

Le suggestive sedi di realizzazione degli spettacoli e l’indiscutibile talento dei musicisti coinvolti si uniscono ancora una volta in un percorso articolato di valorizzazione, attraverso l’arte e la cultura, di un territorio sfaccettato che dà mostra di sé in forme sempre nuove e legate alla contemporaneità.

Gli appuntamenti di questa settimana si aprono, giovedì 29 settembre alle 21.30 nel meraviglioso Palazzo Dosi-Magnavacca a Pontremoli, con il Trio di Mauro Grossi pianista, compositore, arrangiatore, maestro di Stefano Bollani, che, accompagnato da Guido Zorn al contrabbasso e da Michele Vannucci alla batteria, ci condurrà attraverso un vastissimo repertorio composto da brani originali, standard, new-standar e etnomusica.

Venerdì 30 settembre, sempre alle 21.30, nella Chiesa di San Niccolò nel borgo di Mulazzo, una delle voci più belle del jazz italiano, Michela Lombardi, in duo storico con il pianista Piero Frassi presenterà My way to you un concerto che ripercorre, attraverso racconti, standard e brani pop in chiave jazz tra i più belli della storia musica, le tappe di questo sodalizio artistico che vede i due musicisti collaborare dal 1997.

Si chiude questa prima fase di MutaMenti, sabato 1 ottobre al Palazzo Ducale di Massa, con il concerto omonimo della violoncellista brasiliana Marlise Goidanich e del direttore artistico del festival, l’armonicista Max De Aloe. Realizzato in co-produzione con la rassegna Estensioni jazz club diffuso curata da Slou, il concerto Mutamenti unisce due strumenti raramente accomunati in musica proponendo brani che spaziano dal jazz allo choro brasiliano, dalla musica italiana al pop della cantante islandese Bjork, da echi di musica barocca fino ad arrivare a suggestioni di musica del medio-oriente.

Per questo appuntamento speciale di chiusura sono previsti due concerti, uno alle 18.00 e l’altro alle 21.30.

Ogni appuntamento sarà sempre seguito da “Affamati di musica”, un momento di condivisione tra musicisti e pubblico , accompagnato da assaggi di prodotti tipici del territorio. Nel pomeriggio, invece, con scopri e gusta con MutaMenti, sono previste diverse attività di conoscenza del territorio. Tutta la programmazione del festival e delle attività collaterali sono sul sito www.festivalmutamenti.it

Il biglietto degli spettacoli (€7,00) è acquistabile on line su ticketone https://www.ticketone.it/artist/mutamenti/ , oppure, su prenotazione, presso la Segreteria dell’I.V.C., a Palazzo Ducale, Massa, o ancora, direttamente la sera dello spettacolo ( biglietteria aperta circa 1 h prima dell’inizio).

In caso di maltempo gli spettacoli saranno trasferiti in locali al coperto.

Gli assaggi di “Affamati di Musica” sono gratuiti, così come gratuite o a offerta libera le visite.

Una giornata certamente da segnare, quella del 1 ottobre, per la ricchezza di proposte. Si apre infatti in questa data anche il weekend “Nella Terra dei 100 castelli”: un fine settimana all’insegna di aperture e visite straordinarie di castelli pubblici e privati. Sabato 1 ottobre saranno quindi visitabili: alle ore 10.30 il Palazzo Cybo-Malaspina di Carrara sede dell’Accademia delle Belle Arti, alle ore 15.00 il Castello Malaspina di Massa e alle 16.30 il Palazzo Ducale di Massa. La domenica invece è interamente dedicata alla Lunigiana: saranno visitabili il Castello del Piagnaro di Pontremoli, La Fortezza della Brunella di Aulla, il Castello di Comano, il castello di Malgrate di Villafranca in L., il Castello di Lusuolo di Mulazzo, il Castello Malaspina di Monti di Licciana Nardi, e il Castello Malaspina di Filattiera. L’iniziativa è realizzata dall’Istituto Valorizzazione Castelli,Sigeric – Servizi per il turismo e AlterEco- Turismo, educazione e comunicazione. Tutto il programma è consultabile on-line alle pagine https://www.festivalmutamenti.it/collaterali/ e https://www.istitutovalorizzazionecastelli.it/la-terra-dei-100-castelli-un-weekend-alla-scoperta-dei-castelli-dalla-costa-alla-lunigiana/

Per info, dettagli, approfondimenti, prenotazioni attività, questi i riferimenti:

www.festivalmutamenti.it

mutamenti@istitutovalorizzazionecastelli.it

05858816524/3203306197/3280734643

Ultime notizie

Processo per il crollo del ponte di Albiano Magra: CNA sarà parte civile

La CNA di Massa-Carrara, unitamente alle imprese, esprime soddisfazione la decisione del Giudice Dott. Dario Berrino, per avere ammesso la sua istanza presentata dall’...

“Spezia, tre anni in paradiso” la presentazione del nuovo libro di Ferrari e Napoletano

Lunedì 28 novembre alle ore 18 al Cinema Il Nuovo (Via Colombo 99, La Spezia) verrà presentato il libro “Spezia tre anni in paradiso”...

Al Teatro degli Animosi di Carrara arrivano  Sabina Guzzanti e Giorgio Tirabassi

Dopo il grande successo del primo spettacolo inaugurale, la stagione di prosa al teatro degli Animosi di Carrara prosegue venerdì 2 e sabato 3...
it_ITItalian