sabato 26 Novembre 2022

Sarzana: domani pomeriggio l'iniziativa "Dal ddl Pillon alla crociata contro la 194: i diritti delle donne sotto attacco"

“Dal ddl Pillon alla crociata contro la 194: i diritti delle donne sotto attacco”. E’ il tema dell’incontro-dibattito che si svolgerà domani, martedì 21 maggio, alle 17.30 a Sarzana nella sala della Repubblica in via Falcinello 1 (presso Pubblica Assistenza) per iniziativa del Comitato NoPillon della Spezia e del circolo culturale Alessandro Pertini di Sarzana.
All’incontro partecipano, in veste di relatrici, Franca Zannella Beltramo presidente Udi della Spezia, Sabrina Romagnoli avvocato, Franca Passoni attivista Comitato NoPillon, Beatrice Casini consigliere comunale Pd di Sarzana e, per il circolo Pertini, l’avvocato Chiara Guastalli che modererà il dibattito.
“La scelta del tema non è casuale – spiegano gli organizzatori in una nota stampa – il 22 maggio ricorre infatti il quarantunesimo anniversario della legge 194 che ha riconosciuto per la prima volta in Italia il diritto all’interruzione volontaria di gravidanza. Una legge, approvata dopo una lunga battaglia, che non è ancora pienamente applicata, come ha riconosciuto anche il Consiglio d’Europa nel 2016, perché sono troppi gli ostacoli che si frappongono all’autodeterminazione delle donne, a cominciare dall’alta percentuale di obiettori di coscienza che in alcune regioni raggiunge, tra i ginecologi, oltre l’80 per cento.
Negli ultimi tempi gli attacchi si sono intensificati di pari passo con l’affermarsi di un clima oscurantista che punta a mettere in discussione più in generale i diritti delle donne, come avvenuto al congresso internazionale delle famiglie di Verona che ha visto alla contromanifestazione di protesta la partecipazione di una folta delegazione della nostra provincia. O come si prefigge il ddl Pillon su separazione affidi che, se approvato, riporterebbe indietro di 50 anni di Diritto di famiglia. Contro questo disegno di legge, osteggiato da ordini professionali, centri antiviolenza e larghi settori della politica, il Comitato NoPillon ha organizzato alla Spezia presìdi e incontri pubblici e ha promosso mozioni in tutti i consigli comunali.
Perciò chiediamo che questo provvedimento venga ritirato – concludono – e continueremo a batterci per difendere i diritti delle donne che, come ha affermato in occasione dell’8 marzo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sono quelli che più di altri misurano il grado di civiltà di un Paese”.

Leggi anche:
http://ecodellalunigiana.it/2019/05/06/tradizioni-resistenti-in-questo-mondo-documentario-pastore-presentato-sabato-monchio/

Ultime notizie

Processo per il crollo del ponte di Albiano Magra: CNA sarà parte civile

La CNA di Massa-Carrara, unitamente alle imprese, esprime soddisfazione la decisione del Giudice Dott. Dario Berrino, per avere ammesso la sua istanza presentata dall’...

“Spezia, tre anni in paradiso” la presentazione del nuovo libro di Ferrari e Napoletano

Lunedì 28 novembre alle ore 18 al Cinema Il Nuovo (Via Colombo 99, La Spezia) verrà presentato il libro “Spezia tre anni in paradiso”...

Al Teatro degli Animosi di Carrara arrivano  Sabina Guzzanti e Giorgio Tirabassi

Dopo il grande successo del primo spettacolo inaugurale, la stagione di prosa al teatro degli Animosi di Carrara prosegue venerdì 2 e sabato 3...
it_ITItalian