mercoledì 22 Maggio 2024

“Pontremoli si racconta”: il viaggio artistico della Professoressa Monica Michelotti

Ieri, presso il Centro Ricreativo Comunale di Pontremoli, si è tenuta la conferenza “Pontremoli si racconta”, durante la quale la Professoressa Monica Michelotti ha parlato del suo legame con Pontremoli e della sua attività di docente presso l’Accademia delle Belle Arti di Carrara.

Nella prima parte della conferenza, Michelotti ha parlato della sua infanzia a Pontremoli, trascorsa insieme alla sorella gemella a stretto contatto con la natura e in particolare col fiume Magra dove andavano a pescare. Nella sua famiglia radicata nel paese spicca il ruolo del bisnonno Vittorio Baldi, imprenditore specializzato nella costruzione di teleferiche e impianti a fune a cavallo tra l’ottocento e il novecento. Infatti si rese noto per aver inventato un particolare dispositivo di aggancio per le funicolari.

In seguito la docente ha raccontato le bellezze dell’Accademia delle Belle Arti di Carrara, dove insegna anatomia artistica da oltre trent’anni, mostrando in primo luogo la magnificenza architettonica dell’edificio. Questo, un tempo residenza del principe Malaspina, del ramo dello Spino Fiorito, è stato successivamente ampliato e divenuto l’attuale Accademia, grazie all’intervento di tre donne, tra le quali la sorella di Napoleone Bonaparte, Elisa Bonaparte Baciocchi.

Poi ne ha svelato le bellezze racchiuse al suo interno, costituite da pregevoli statue in marmo, opere in gesso, tra le quali diverse di Canova e altre opere di Michelangelo Buonarroti. Sono stati anche mostrati momenti di vita quotidiana all’interno della struttura, dove studenti provenienti da tutte le parti del mondo si cimentavano nello studio e nella produzione artistica. A tal proposito, in una sequenza successiva, sono state mostrate immagini dei lavori eseguiti dagli stessi studenti, in diversi campi artistici e con diverse modalità, come ad esempio l’arte figurativa e l’arte astratta e i bassorilievi.

Ma all’Accademia delle Belle Arti non si insegnano soltanto le discipline tradizionali, vengono svolti laboratori come quello di “Momenti toccanti tattili”, dove l’arte viene espressa anche coinvolgendo il senso del tatto, senza dimenticare il rispetto per l’ambiente dimostrato nell’utilizzo di materiale riciclato, come le stoffe. Altro laboratorio illustrato nel corso dell’evento è quello intitolato “Che cosa ti frulla per la testa?” nel quale gli studenti hanno decorato delle scatole e fotografandosi con le stesse dinanzi al volto e sulla testa.

Nella sua aula di anatomia artistica, la Professoressa Michelotti insegna lo studio non solo scientifico del corpo umano, ma anche l’aspetto emozionale. Alla domanda sul perché abbia scelto proprio quella disciplina, lei risponde che il suo interesse verso il corpo umano, non si limita alla dimensione fisica, ma si estende anche all’aspetto creativo e astratto, poiché l’arte aiuta a crescere come persone e a conoscere meglio sé stessi, a cui segue la raccomandazione molto importante, rivolta ai giovani che seguivano la diretta online, di seguire sempre le proprie inclinazioni. Infine durante la conferenza, la Professoressa ha mostrato dal vivo sia opere prodotte dagli studenti nell’ambito del progetto “Libro d’Artista” come il libro formato da pagine artistiche, realizzato sul tema della Divina commedia o un minuscolo libriccino sempre su Dante, realizzato da una studentessa cinese e contenuto in una scatola di fiammiferi, sia opere realizzate da lei stessa. 


La manifestazione, moderata dall’assessore Clara Cavellini, è stata ospitata dal Centro Ricreativo Comunale di Pontremoli che è attivo dal 2019 e ospita diversi laboratori e manifestazioni, in collaborazione con diverse associazioni del territorio.

Verified by MonsterInsights