lunedì 20 Maggio 2024

No allo "ius soli", Fratelli d'Italia raccoglie firme ad Aulla contro la legge Boldrini

Sabato 5 Ottobre dalle ore 8 alle ore 12 nelle vicinanze della  sede comunale di Aulla, FDI Lunigiana allestirà un banchetto di raccolta firme contro la legge per concedere la cittadinanza automatica.

“La cittadinanza non si regala alla prima persona che tocca il suolo italiano – esordisce Emanuela Busetto, coordinatrice del partito in Lunigiana. – È una cosa seria, chi la richiede e chi la concede deve tener presente che per essere cittadini italiani occorre conoscere la nostra storia, i nostri sacrifici, la nostra bandiera, il significato dell’inno nazionale e sopratutto la nostra Carta Costituzionale oltre la conoscenza della lingua e della nostra cultura non solo storica e civile ma anche religiosa”.

“Per quanto laico possa essere il nostro stato, la fede principalmente praticata è quella cattolica. È bene che chi decide di diventare cittadino italiano sia al corrente che, per libertà di espressione, non saremo noi a levare il crocifisso dai nostri uffici pubblici e scuole. Chi entra in casa di altri non può decidere, né sovvertire un ordine precostituito”.

“Siamo una Nazione che nasce da innumerevoli sacrifici anche in termini di vite umane, siamo la somma di tutti coloro che hanno dato la vita affinché diventassimo un’unica entità, uno Stato unitario, liberale e democratico e non lasceremo che altri decidano per noi. Chi, come noi, non condivide il pensiero globalista e mondialista, l’ideologia cattocomunista, chi non vuol sottostare al pensiero unico dominante ha una grande occasione: apporre la propria firma e dire no alla cittadinanza facile”.

[themoneytizer id=”13709-16″]

Verified by MonsterInsights