mercoledì, Giugno 29, 2022
spot_img
HomeCulturaArte"Intrecci", la mostra di...

“Intrecci”, la mostra di Erminio Tansini alla Fortezza Firmafede di Sarzana

Intrecci è il titolo della mostra di pittura, scultura e fotografia dedicata all’attività artistica di Erminio Tansini.

Ospitata negli spazi della Fortezza Firmafede di Sarzana, l’iniziativa è aperta dal 10 al 26 giugno e presenta una selezione di opere che l’autore ha realizzato fra il 1996 e il 2022.

L’evento propone dipinti a olio su tavola, sculture in legno e scatti fotografici ripresi durante le sessioni della rassegna «Forme sfuggenti».

Questa serie allestisce set in cui i lavori lignei di Erminio Tansini sono ambientati temporaneamente e ritratti presso castelli, passi alpini, scogliere, radure boschive, parchi archeologici, corsi e specchi d’acqua (in Austria, in Francia, in Italia, nel Principato di Monaco e in Svizzera).

La rassegna è iniziata nel 2018: l’anno successivo alla partecipazione dell’artista alla 57ª Biennale di Venezia, che ha segnato il debutto espositivo delle sue sculture in legno.

Pur avendole prodotte fin dai primi anni ’90 (spesso, come modelli destinati alle fusioni in bronzo), per molto tempo l’autore non le ha inserite nelle proprie mostre, ritenendole un fatto intimo.

La personale Intrecci è il quinto appuntamento della serie «Forme, materia, colore», che dal 2018 sta svolgendosi in Emilia-Romagna, in Liguria, in Lombardia, in Piemonte, in Toscana e in Veneto (attorno alla Lunigiana ha fatto tappa a Levanto, alla Spezia e a Massa).

I dipinti che presenta appartengono alla fase informale della pittura tansiniana: parte sono inediti, parte già proposti in altre delle esposizioni cui l’autore ha partecipato in Belgio, in Germania e in Italia.

Quanto alle fotografie selezionate per l’evento sarzanese, sono state scattate fra Alvernia-Rodano-Alpi, Emilia-Romagna, Grigioni, Liguria, Lombardia, Piemonte, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Tirolo, Toscana e Trentino-Alto Adige (le località includono Forte dei Marmi, Levanto, Monterosso al Mare, Portofino, Sarzana, Sestri Levante e Vernazza).

A corredo delle opere sono presenti brevi scritti di critica artistica a firma di Marina Arensi, Tiziana Cordani, Dragana Kostić, Kevin McManus e Giorgio Segato.

Inoltre, nelle didascalie delle fotografie compaiono interpretazioni delle sculture tansiniane, fornite da osservatori originari della Francia, del Guatemala, dell’Italia, della Russia e della Serbia.

Patrocinata dal Comune di Sarzana, la mostra Intrecci è curata da Davide Tansini. È visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Informazioni: Facebook wwwinarce.com, Web www.inarce.com/it/eventi/intrecci-mostra.html

Immagine: scultura lignea di Erminio Tansini ripresa a Sarzana (La Spezia) sul set di Forme sfuggenti #81 – Fortezza di Sarzanello. Fotografia di Davide Tansini (agosto 2021).

Ultime notizie

Il Meyer rende prenotabili on-line alcuni esami e visite pediatriche

Radiografie, ecografie e prime visite di neurochirurgia, nefrologia e ginecologia: sono queste le prestazioni pediatriche che, da qualche giorno, il Meyer ha reso prenotabili...

Rendite e bene comuni, se ne parla a Massa

Riceviamo e pubblichiamo da parte di Massa Città in Comune È con piacere che invitiamo tutta la cittadinanza, le associazioni di categoria, i sindacati e...

Sindaci di centrodestra: “Le scelte sul futuro della SDS non possono dipendere da una sola parte politica”

I Sindaci del centrodestra della Lunigiana si sono riuniti a Villafranca per fare il punto sulle politiche sociosanitarie della SdS e, in una nota,...

pubblicità

it_ITItalian