8 Febbraio 2023

I sindaci di Zeri e Podenzana: “No alla riduzione delle guardie mediche”

Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dei sindaci di Zeri e Podenzana:

Si sente da tempo preannunciare la riduzione della presenza delle figure di continuità assistenziale, meglio nota come Guardie Mediche, contro la quale è in corso una lunga resistenza dei territori e dei loro sindaci.

Se sembra ormai volgere al termine il disegno della Regione, volto a riorganizzare il servizio con accorpamenti e soppressioni del servizio, sempre più insistente è la richiesta dei Sindaci della Lunigiana di ripensare l’organizzazione in funzione delle caratteristiche geografiche e socio demografiche del territorio.

Ad alzare la voce sono i Sindaci di Podenzana per il territorio dell’Isola Amministrativa di Montedivalli  e di Zeri esprimendo contrarietà e preoccupazione, per l’assetto riorganizzativo del servizio di continuità assistenziale, nei territorio tra i più periferici della Lunigiana.

Se Montedivalli deve fare i conti con il fatto di convergere in un bacino di utenza dei servizi in territorio Ligure, Zeri deve fare i conti la montanità del territorio ad una distanza non trascurabile dal centro più prossimo.

“Se consideriamo la presenza di numerose frazioni distanti fra loro e dagli ospedali e la prevalenza di persone di età anagrafica avanzata, avere o non avere la Guardia Medica in prossimità potrebbe volere dire salvare o non salvare una vita”, dice il Sindaco di Zeri Cristian Petacchi. 

“Ancora una volta ci troviamo a dover fare i conti con  la proposta di un modello che si contraddice con i buoni propositi di salvaguardia e sostegno dei territori periferici e montani, di azioni contro lo spopolamento, tutela della biodiversità, presidio dei territori sventolati e propagandati ai vari livelli istituzionali, nel corso di tutti questi anni.

Parlare di razionalizzazione ed efficienza di gestione dei servizi, combattendo gli sprechi ed i disservizi ha sempre senso. Ma non accettiamo che la disponibilità di un medico per garantire un adeguato servizio di assistenza di continuità assistenziale possa essere considerato come tale. L’efficienza di questo servizio non può essere misurato solo ed esclusivamente sul numero di chiamate settimanali, sul numero di abitanti residenti, o su parametri simili.” Cit. Marco Pinelli Sindaco di Podenzana

E su questo e per questo non ci daremo mai pace.

Ultime notizie

Al Teatro degli Animosi in scena lo spettacolo Zio Vanja con Giuseppe Cederna

La stagione di prosa al Teatro degli Animosi di Carrara, promossa da Comune e Fondazione Toscana Spettacolo onlus, prosegue...