Fratelli d'Italia: "Quest'anno la festa della Toscana cade in un momento drammatico"

Giusto celebrare la Festa della Toscana anche in questo anno molto complicato per tutti perché i valori alla base di questa ricorrenza sono valori eterni. Nel 1786 la Toscana fu il primo Stato al mondo ad abolire la pena di morte ed il reato di tortura, la difesa del diritto alla vita è un valore immutabile e imprescindibile. È, purtroppo, la Festa più difficile della storia della Toscana, che nasce come Regione nel 1970 e perciò la pandemia è la prova più ardua da superare. Mentre celebriamo il ricordo della Festa della Toscana fuori dal Palazzo del Consiglio regionale ci sono milioni di nostri concittadini che, invece, lottano per uscire vivi anche economicamente da questo totale stravolgimento – ricorda il Capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Torselli -. Il Consiglio regionale ha reperito tra le proprie disponibilità un milione e mezzo di euro da destinare alle categorie economiche in difficoltà. Ringrazio l’intero ufficio di presidenza e in particolare il segretario Diego Petrucci”.
“Una Festa della Toscana che cade in un momento drammatico per la vita della Regione e dell’Italia con tante famiglie e imprese in ginocchio. Ci è sembrato giusto attualizzare questa Festa in relazione al momento generale di crisi. E proprio oggi il Consiglio regionale ha votato, anche su sollecitazione dell’opposizione, un milione e mezzo di euro di tagli alle spese della politica che saranno destinati a sostenere famiglie e imprese colpite dalla crisi conseguente all’emergenza Covid” dichiara Diego Petrucci Consigliere regionale Fdi e Segretario dell’Ufficio di Presidenza.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!