Coronavirus, gli aggiornamenti al 30 gennaio

Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 30 gennaio, sono 210.
APUANE:  32 casi
Carrara 7, Massa 24, Montignoso 1;
LUNIGIANA: 14 casi
Aulla 5, Casola in Lunigiana 1, Fivizzano 1, Licciana Nardi 1, Mulazzo 3, Pontremoli 2, Villafranca in Lunigiana 1;
PIANA DI LUCCA:  33 casi
Altopascio 1, Capannori 12, Lucca 13, Montecarlo 2, Porcari 4, Villa Basilica 1;
VALLE DEL SERCHIO:   1 caso
Borgo a Mozzano 1;
PISA:  28 casi  
Calci 1, Cascina 6, Fauglia 1, Pisa 12, San Giuliano Terme 7, Vicopisano 1;
ALTA VAL DI CECINA VAL D’ERA:  12 casi
Calcinaia 4, Ponsacco 4, Pontedera 4;
LIVORNO:  59 casi
Collesalvetti 3, Livorno 56;
VALLI ETRUSCHE:  21 casi
Campiglia Marittima 4, Castagneto Carducci 2, Castellina Marittima 1, Cecina 6, Piombino 2, Rosignano Marittimo 7;
ELBA: 2 casi
Rio 2;
VERSILIA:  7 casi
Camaiore 2, Pietrasanta 1,  Viareggio 4.
I guariti ad oggi (30 gennaio) su tutto il territorio aziendale sono 42.551  (+210 rispetto a ieri).
Oggi (30 gennaio) si sono registrati 9 decessi di persone residenti nel territorio aziendale: donna di 80 anni, donna di 90 anni,  uomo di 63 anni, donna di 82 anni, uomo di 86 anni e uomo di 93 anni dell’ambito territoriale di Massa Carrara; donna di 81 anni dell’ambito di Lucca; donna di 75 anni e donna di 80 anni dell’ambito della Versilia.
Si ribadisce che spetterà all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva le morti al Coronavirus: si tratta infatti, spesso, di persone che avevano già patologie concomitanti.
Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 203 (ieri erano 204), di cui  22 (ieri 21) in Terapia intensiva.
All’ospedale di Livorno 60 i ricoverati, di cui 5 in Terapia intensiva.
All’ospedale di Lucca 31 i ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva.
All’ospedale Apuane 44 ricoverati, di cui 4 in Terapia intensiva.
All’ospedale Versilia 45 ricoverati, di cui 6 in Terapia intensiva.
All’ospedale di Pontedera 14 ricoverati, di cui 1 in Terapia intensiva.
All’ospedale di Cecina 9 i ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva.
Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, ad oggi (30 gennaio) sono 7.147 (89 rispetto a ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.
Per ciò che concerne le vaccinazioni anti-Covid prosegue il piano elaborato ed attuato dall’Azienda USL Toscana nord ovest che prevede in questa prima fase di raggiungere operatori del sistema sanitario e ospiti delle Residenze sanitarie assistenziali (Rsa).
A ieri (29 gennaio) le vaccinazioni effettuate erano 24.454, di cui 16.581 per prime dosi, tra operatori sanitari (12.935), altro personale (808) e ospiti delle Residenze sanitarie assistenziali (2.838).
Sono stati vaccinati 5.684 uomini e 10.897 donne.
Per quanto riguarda le fasce d’età la maggior parte dei vaccinati, a ieri  (28 gennaio), apparteneva ancora alla fascia 50-59 anni: 4.368; segue la fascia d’età 40-49 con 2.973 vaccinati; quindi la fascia 60-69 con 2.810; poi la fascia 30-39 con 2.222; la fascia 20-29 con 1.585; la fascia 80-89 con 985; segue la fascia oltre i 90 anni con 830; ultima la fascia 70-79 con 783 vaccinati.
Questo anche il dettaglio del numero di somministrazioni per zona con il dettaglio anche delle seconde dosi (in questi dati sono comprese sia le vaccinazioni ospedaliere che quelle territoriali, tra parentesi quelle agli ospiti delle residenze sanitarie assistenziali):
Zona Apuane:  3.816 vaccinazioni di cui 1.376 seconde dosi;
Zona Lunigiana:  1.344 vaccinazioni di cui 449 seconde dosi;
Zona Piana di Lucca: 3.788 vaccinazioni di cui 1.348 seconde dosi;
Zona Valle del Serchio: 924 vaccinazioni di cui 272 seconde dosi;
Zona Pisana:  671 vaccinazioni di cui 157 seconde dosi;
Zona Alta Val di Cecina Val d’Era: 2.564 vaccinazioni di cui 854 seconde dosi;
Zona Livornese: 4.905 vaccinazioni di cui 1.445 seconde dosi;
Zona Valli Etrusche: 2.082 vaccinazioni di cui 732 seconde dosi;
Zona Elba: 408 vaccinazioni di cui 106 seconde dosi;
Zona Versilia: 3.952 vaccinazioni di cui 1.134 seconde dosi.
Il totale delle persone a cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino era a ieri (29 gennaio) di 7.873, corrispondente al 47,5% di coloro che avevano ricevuto la prima dose.
Questa la percentuale delle seconde dosi erogate nei singoli territori: Apuane 56,4%; Lunigiana 50,2%; Piana di Lucca 55,2%; Valle del Serchio 41,7%; Pisana 30,5%; Alta Val di Cecina Val d’Era 49,9%; Livornese 41,8%; Valli Etrusche 54,2%; Elba 35,1%; Versilia 40,2%.
Sempre a ieri (29 gennaio) gli ospiti delle strutture residenziali a cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino erano 1.497, per una percentuale del 52,7% di coloro che avevano ricevuto la prima dose.
Questa la stessa percentuale nei singoli territori: Apuane 75,8%; Lunigiana 71,2%; Piana di Lucca 77,8%; Valle del Serchio 52,3%; Pisana 30%; Alta Val di Cecina Val d’Era 60,7%; Livornese 29,8%; Valli Etrusche 52,5%; Elba 40%; Versilia 43,6%.
E’ possibile seguire in tempo reale l’andamento della campagna di vaccinazione anti- Covid, avviata in Toscana il 27 dicembre scorso, grazie al nuovo portale web regionale  https://vaccinazioni.sanita.toscana.it, on line dallo scorso 7 gennaio 2021.

Ultime notizie

Disabilità visiva, aperto info point ANIC ad Aulla

L'info point Giovani ANIC è attivo da quest'anno anche ad Aulla, in Piazza Gramsci all'interno del palazzo comunale. Si tratta...