14 Aprile 2024, domenica
17.8 C
Fivizzano

CGIL: poche assunzioni di personale non docente nelle scuole della provincia

Riceviamo e pubblichiamo:


Al momento degli annunci delle assunzioni a tempo indeterminato del personale non docente per la provincia di Massa Carrara avevamo denunciato il fatto che a fronte dei 115 posti vacanti solo 44 sarebbero state le stabilizzazioni, lasciando fuori 71 posti di lavoro che saranno ancora una volta assegnati con contratto a termine al 31 agosto.

Ora a quella vergogna si aggiungono i numeri del personale che sarà assunto con contratto al 30 giugno. Si tratta del personale che ogni anno il Ministero concede di assumere in deroga rispetto all’organico di diritto, ben sapendo che se le scuole dovessero contare esclusivamente su quello semplicemente non sarebbero in condizione di aprire. Anziché ampliare come si dovrebbe l’organico di diritto, si preferisce ogni anno questa strada, che di fatto serve a garantire ad ogni istituto il minimo indispensabile in regolare ritardo, risparmiando due mesi di stipendio per ciascuno degli assunti.

I posti, che sono complessivamente 33, saranno così distribuiti:

3 assistenti amministrativi – 18 h Staffetti Massa 2, 18 h Marconi, 18 h Gentileschi, 18 h Zaccagna. Il posto rimanente è stato accantonato e sarà probabilmente assegnato agli istituti sottodimensionati (CPIA e Bonomi)

6 assistenti tecnici – 18h Fermi, 18 h Da Vinci, 36 h Meucci, 36 h Zaccagna, 36h Minuto, 36 h Montessori, 36 h Pacinotti

24 collaboratori scolastici – 36 h D.D. Aulla, 18 h Malaspina, 36+36 h Alfieri Bertagnini, 36h Massa 3, 36 h Don Milani, 18 h Giorgini, 36 h Carrara e Paesi a Monte, 36 h Taliercio, 18h Avenza Gino Menconi, 18 h Moratti, 36 h Fossola Gentili, 36 h CPIA, 36 h Bonomi, 36 h Alighieri, 36 h Cocchi, 36h Baracchini, 18 h Fermi, 18 h Marconi, 36 h Da Vinci, 36 + 36 h Gentileschi, 18 h Zaccagna, 36 h Minuto, 36 h Rossi, 18 h Barsanti, 36 h Montessori, 36 h Pacinotti.

Tra l’altro, per quanto riguarda i collaboratori scolastici, queste assegnazioni risultano inferiori di 6 unità rispetto a quelle dello scorso anno. Le scuole, che hanno avuto due soli giorni dall’USR per avanzare le loro richieste, hanno perfezionato le domande in alcuni casi fuori termine e questo avrebbe determinato il fatto che, unici in Toscana, non abbiamo avuto la conferma del personale dello scorso anno. Gli uffici territoriali e la Provveditrice hanno presentato formale richiesta all’USR per ottenere un incremento dei 24 posti assegnati e sono tuttora in attesa di risposta. La dott.ssa Buonriposi ha assicurato che farà il possibile affinché il nostro territorio recuperi questo personale, necessario per garantire i servizi scolastici soprattutto in assenza del personale aggiuntivo covid che, almeno a questa data, il Governo non pare intenzionato a confermare. 

Noi diciamo che è ora di smetterla di lesinare risorse per le assunzioni nella scuola. Oramai è chiaro per chiunque che la scuola pubblica non può andare avanti così, continuando ad alimentare il precariato al di là dei proclami di ogni Governo. A tutte le forze politiche, ora in campagna elettorale, chiediamo un impegno chiaro sia per le stabilizzazioni, sia per il rinnovo del contratto. E soprattutto, chiediamo loro di rispettarlo, quando la campagna elettorale sarà finita.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili