Aulla, petizione per riaprire la biglietteria al rush finale: mancano poche firme

Mancano 91 firme per raggiungere quota 500 e completare la petizione sulla riapertura della biglietteria presso la stazione ferroviaria di Aulla.

La petizione lanciata su Change.org da Cesare Rozzi, cittadino aullese, 3 settimane fa è diretta al sindaco e presidente dell’Unione dei Comuni Montana Lunigiana Roberto Valettini.

L’intento di Rozzi è quello di consegnare la petizione proprio a Valettini, vista la sua carica istituzionale.

Sulla pagina della petizione si leggono diversi commenti dei cittadini a sostegno della causa, tra cui “Non si può lasciare la stazione più importante della Lunigiana senza presidio” oppure “Perchè se ci definiamo un paese a vocazione turistica lo dobbiamo dimostrare anche nei fatti. Senza contare che i nostri studenti e pendolari già sono disagiati per la posizione e la desolazione della stazione ferroviaria”.

La biglietteria della stazione di Aulla è chiusa ormai da tempo e attualmente per gli utenti è disponibile solamente una macchina automatica che però, come lamentano in molti, non fornisce informazioni.

Gli stessi comuni di Aulla e Pontremoli si erano mobilitati nel 2019 per la chiusura nei fine settimana estivi delle biglietterie ferroviarie, ma da allora la situazione è andata peggiorando, tramutando lo scalo lunigianese sempre più nel suo soprannome di “cattedrale nel deserto”.

Total
14
Condividi
Lascia un commento
Total
14
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: