Arriva a Bagnone il “Time to care” per aiutare gli anziani

La Misericordia di Bagnone è entrata nel progetto  della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale e Dipartimento per le politiche della famiglia di cui fanno parte anche  le Misericordie Toscane definito  “Time to care”.  È rivolto ai giovani tra i diciotto e i trentacinque anni che vogliono impegnarsi, per un periodo di sei mesi, in attività di supporto e assistenza agli anziani, nell’ambito di azioni progettuali proposte dagli enti del Terzo settore sul territorio nazionale”.
“Il Bando – spiega il Governatore della  locale Misericordia – con scadenza 31 ottobre 2020 alle ore 14.00, ha la finalità di promuovere nel  territorio: assistenza a domicilio e/o a distanza  nei confronti degli anziani che rappresentano una risorsa culturale per il territorio ed è  la categoria più fragile e considerata più esposta al contagio del coronavirus COVID-19; attività di “welfare leggero” quali disbrigo di piccole faccende per persone anziane o bisognose: consegna di spesa, acquisto farmaci, contatti con i medici di base, pagamento bollette, consegne a domicilio di diversi beni, libri, giornali, pasti preparati o altri beni di necessità, ecc.. Il progetto prevede anche l’assistenza da remoto cioè  mediante contatti telefonici dedicati all’ascolto e al conforto di chi è solo, o servizi informativi per gli anziani, anche on line.” Barbieri spiega noi garantiremo una funzione di sostegno agli anziani fragili curando soprattutto l’evitare loro la non autosufficienza; soccorreremo con i nostri mezzi sempre quegli anziani che ne sono privi per le loro esigenze. In sostanza effettueremo un’assistenza continua. Ovviamente effettueremo formazione: l’approccio relazionale alla persona fragile ; la sicurezza ed altro”.
Barbieri aggiunge che “Il bando  a livello nazionale ha l’obiettivo di individuare circa 1.200 giovani da utilizzare in attività di supporto e assistenza agli anziani. “A noi ne toccheranno 3. I giovani “operatori”, saranno selezionati direttamente da noi e  firmeranno un contratto di collaborazione coordinata e continuata (co.co.co);  sarà loro riconosciuto un assegno mensile pari a 375,00 euro netti, oltre ai contributi previdenziali; avranno una copertura assicurativa relativa ai rischi connessi allo svolgimento delle attività e saranno dotati di adeguati dispositivi di protezione individuale. Inoltre, riceveranno una formazione ad hoc per essere impiegati nelle azioni progettuali  e al termine delle attività verrà loro da noi rilasciato  un attestato di riconoscimento delle competenze”.
Il Governatore coglie l’occasione per fare il punto sulla situazione che è stata ed è intensa se si pensa, appunto, che Bagnone  fa parte del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, registra  una popolazione di 1800 abitanti sparsi in 28  frazioni alcune delle quali hanno pochissimi abitanti ma un’altitudine media di 400 metri sul livello del mare. “Causa Covid abbiamo dovuto drasticamente ridurre i servizi sociali soprattutto per riduzione delle visite ospedaliere. Da gennaio al 4 marzo i servizi sono stati 52, quelli privati 75 mentre i convenzionati  311. In sostanza in totale abbiamo  effettuato 438 viaggi per un totale di Km.  33.362. Da sottolineare, però, che intensa è stata la nostra attività di volontariato nel periodo Covid al fine di permettere un’ottima prevenzione da coronavirus tramite il distanziamento sociale:  così consegna domiciliare medicinali e spesa  a 335 famiglie;  consegna uova pasquali  a 85 anziani. Mi preme sottolineare che questi nonni che non hanno nessuno si sono commossi quando i nostri volontari hanno portato le uova pasquali e grande è stata la soddisfazione per noi. Inoltre  abbiamo effettuato la consegna di ben 18000 mascherine alla popolazione in molte giornate passate  a Bagnone e  davanti al Conad  megastore di Terrarossa. Intensa anche l’attività di prelievo farmaci dalla locale farmacia e consegna ad una struttura residenziale evitando in questo modo contatti esterni. Abbiamo partecipato anche a varie attività sociali e sanitarie di un certo peso basti pensare al recente “Summer camp 2020” che per tutto il mese di luglio ha visto impegnati nostri volontari a fare animazione a  diversi bambini con grande soddisfazione delle famiglie. “.
Ed ora? . Il Governatore sorride ma non si…sbilancia ed invita i giovani a recarsi nella sede della Misericordia via G.B. Cartegni n. 7 per ulteriori informazioni e per compilare, se richiesto, il modulo di iscrizione per la selezione.
Nelle foto: n. 1 il Governatore Barbiere assieme a Volontari della Misericordia di Bagnone; foto n. 2 un gruppo di volontari della Misericordia di Bagnone;  foto n. 3 volontari della Misericordia di Bagnone con un gruppo di  bambini in occasione del “Summer cum 2020” ;  foto n. 4 volontaria della Misericordia di Bagnone mentre misura la temperatura

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!