venerdì 21 Giugno 2024

A gonfie vele la Pugilistica Villafranchese

Grande trasferta del 1 giugno 2024 per la Pugilistica Villafranchese che, ha preso parte al sesto e ultimo Criterium giovanile (5-12 anni) 2024 della Federazione Pugilistica Italiana, Comitato Toscana, organizzata a Carrara dalla Pugilistica Carrarese.

In totale 10 piccoli pugili tra cuccioli, cangurini, canguri e allievi hanno dato prova che il settore giovanile c’è e si fa valere, una giornata di divertimento anche per i genitori vedendo una sana competizione e una crescita sportiva per i loro piccoli. A seguire lo scorso 2 giugno 2024 sempre a Carrara ex Caserma Dogali, sono saliti sul ring 6 pugili a difendere i colori della Pugilistica Villafranchese, portando a casa 4 ori e 2 argenti, qualificando 4 di loro ai campionati italiani a Lido di fermo.

Raggiunto anche un secondo posto al Trofeo Carrara contatto pieno dello Youth 63,50 Kg Sarah Eddine Nouiti.

“Un’esperienza sicuramente entusiasmante, 7 bellissimi podi ci riempiono d’orgoglio e ci ripagano di tutto il lavoro fatto in palestra – commenta Salvatore Giummarra, Tecnico responsabile di pugilato presso la Pugilistica Villafranchese -. Il pugilato rafforza il carattere, la resistenza e la scioltezza. È conosciuto anche come la “nobile arte”, in cui escono le caratteristiche migliori dell’uomo: il coraggio, la forza, l’intelligenza”.

“Come iniziare? Si può iniziare tra i 5 e i 12 anni, l’importante è che il pugilato venga proposto come un’attività ludico-ricreativa e non violenta. Cosa insegna? Il pugilato permette al bambino di imparare a diventare più sicuro, più coraggioso e più altruista. Il piccolo, crescendo, si abituerà a sfruttare la propria forza e non la violenza, che il pugilato, se insegnato bene e con razionalità, non accresce. L’allenatore che segue la crescita sportiva dei ragazzi li seguirà al meglio sin dal loro sviluppo per poi rendersi conto, una volta formati, di chi abbia la passione e le qualità per diventare un campione”, spiega Giummarra.

“Il corso di pugilato è per tutti, nessuno escluso, l’attività proposta si prefigge di fornire all’atleta una preparazione multilaterale, idonea ad “attrezzare” i giovani in quelle abilità motorie che oggi con la pratica del pugilato possiamo sviluppare. Il settore giovanile addestra e forma i giovani atleti, preparandoli a un eventuale futuro esordio sul ring, laddove sussistano i requisiti necessari, ma l’obbiettivo fondamentale rimane la formazione “dell’ atleta polivalente” che abbia come bagaglio un ampio vissuto motorio”.

“La Pugilistica Villafranchese amministrata da Vincenzo Giummarra, dal direttore Sportivo Valentina Barbieri e tutto il suo direttivo e soci, ringrazia il proprio sponsor l’Albergo Ristorante Manganelli nelle vesti di Giancarlo Bellesi che ha sempre creduto in noi ma soprattutto per i giovani di Villafranca in Lunigiana ed è un onore potare il suo logo sulla maglia, al storico Bar Nello, alla Macelleria Andrea Arpiola e in fine, ma non per ultima, la Conchiglia magica Apartments”.

La sede operativa di allenamento della Pugilistica Villafranchese è in Via San Francesco a Villafranca in Lunigiana, nella tendo-struttura Provinciale dietro il Liceo Scientifico L. Da Vinci. Ad Aulla nella palestra Linea seguita dal tecnico Daniele Sion e a Filattiera nella palestra Essenziale dal tecnico Ivan Magnani. 

“Vi invitiamo a tutti a seguirci sui social Facebook, Instagram, Tiktok  e Google per il prossimo appuntamento degli italiani il 4 luglio vedendo come protagonisti gli atleti Davide Prelati Senior 63 Kg, Roberto Frigerio 63 Kg Junior e Raffaele Compagnone 81 Kg Junior”.

Articoli Simili