Violazioni Covid, la Polizia chiude due locali a La Spezia

L’ultimo weekend prima di Natale ha visto il massimo dispiegamento di forze a presidio del territorio, dagli snodi della mobilità stradale, autostradale e ferroviaria al centro cittadino, in attuazione del Piano operativo interforze varato dalla Questura della Spezia in attuazione delle nuove restrizioni per il contenimento del contagio.
In tale ambito, il Questore ha altresì disposto mirati controlli amministrativi, in particolare in locali già sanzionati in fase 2 e 3 per violazioni delle prescrizioni sanitarie, particolarmente attrattivi per i giovani del posto.
Nel pomeriggio di ieri, domenica 20 dicembre, al termine del briefing operativo congiunto in cui sono stati definiti obiettivi e strategie di intervento, personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura, unitamente a più pattuglie della Polizia Locale, ha dato così inizio ad una serie di controlli amministrativi a pubblici esercizi e circoli privati del capoluogo, servizi diretti dal Commissario Simonini.
Inizialmente veniva controllato un circolo privato sito in via San Cipriano che risultava aperto, nonostante sia tuttora vigente la norma che prevede la chiusura dei circoli ricreativi, di cui al D.L. 19/2020 e al DPCM del 3 dicembre 2020.
All’interno risultavano presenti 12 avventori, che si stavano intrattenendo in un Karaoke, molti dei quali privi dei previsti dispositivi di protezione individuale, non rispettosi del distanziamento interpersonale, intenti a bere e a cantare. Dopo aver identificato tutti i presenti, il Funzionario procedeva a sanzionare la titolare, ai sensi dell’articolo 4 del DL.19/2020 con 400€ di multa e con l’immediata chiusura del circolo.
Verso le 17.30 le pattuglie, parte in borghese e parte in uniforme, si spostavano presso un noto pubblico esercizio sito in quartiere periferico lungo via Valdilocchi. Avendo sentore della presenza di numerosi avventori, il personale procedeva a presidiare i diversi ingressi del locale e all’atto dell’accesso, sorprendeva circa 70 persone, intente a bere e a ballare, la maggior parte delle quali risultava priva della mascherina di protezione e assolutamente incurante del distanziamento interpersonale. Assenti anche in più punti la cartellonistica sanitaria con le previste indicazioni sui divanetti sul distanziamento. Lo stesso titolare si rivolgeva al personale procedente con la mascherina di protezione completamente abbassata.
Spenta la musica ed accese le luci, all’esito delle ricognizioni del caso, il Funzionario di polizia ha proceduto a sanzionare il titolare del locale ai sensi dell’articolo 4 del DL.19/2020 applicando la sanzione accessoria della immediata chiusura dell’attività per 5 giorni. Le persone venivano fatte distanziare per procedere all’identificazione in sicurezza e successivamente venivano fatte uscire in buon ordine.
In relazione alle singole violazioni della normativa anticontagio attribuite agli avventori presenti nei suddetti locali, così come rilevato direttamente dagli agenti e come documentato dal personale della Polizia Scientifica presente al momento dell’ingresso, si darà corso sin dai prossimi giorni alle conseguenti contestazioni di ulteriori sanzioni amministrative. Le multe che raggiungeranno i singoli avventori che hanno omesso l’uso della mascherina o che non hanno osservato il previsto distanziamento sociale sono pari a 400 euro a persona.
Inoltre, trattandosi di locali gestititi e frequentati nella quasi totalità da cittadini dominicani già sanzionati in più occasioni dalla Divisione Polizia Amministrativa, in ragione dell’inasprimento delle misure previste per il contenimento dell’emergenza sanitaria in atto, è stata interessata l’ASL 5 spezzino per gli eventuali profili di specifica competenza.
Il circolo privato di via Cipriano era stato già sanzionato e chiuso per 5 giorni dalla Questura a seguito di intervento notturno delle Volanti il 21 ottobre u.sc., mentre il pubblico esercizio di via Valdilocchi già il 22 agosto 2020 era stato sanzionato ai sensi dell’articolo 4 DL 19/2020 e sottoposto al provvedimento di chiusura per 5 giorni. Il titolare di quest’ultimo è stato poi sanzionato con 400€ di multa, in data 27.11.2020, durante un ulteriore controllo anti covid, all’esterno di altro pubblico esercizio ubicato nel centro cittadino, dove si stava intrattenendo sprovvisto di DPI.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!