mercoledì 7 Dicembre 2022

Truffa online, italiano denunciato

Ormai è una consuetudine quella di cercare offerte allettanti mondo di “web” ma purtroppo,  allo stesso tempo, possono rivelarsi molto pericolose.

A farne le spese questa volta è stato un 48enne italiano, residente in alta Lunigiana che, alla ricerca di un “motore usato” per il proprio fuoristrada, nella speranza di risparmiare qualcosa, si è messo a “navigare” nel variegato e pericoloso modo di “internet”, sino a trovare quella che sembrava una buona offerta: soli 550 euro; un buon risparmio rispetto ai preventivi fatti dai professionisti della zona, che si aggiravano intorno ai 1000 euro.

Purtroppo l’uomo non ha fatto i conti con le insidie che si nascondono dietro gli acquisisti on-line, a maggior ragione se si paga prima dell’arrivo della merce; infatti, pattuita la cifra con il venditore, il 48enne ha subito pagato la cifra pattuita mediante un bonifico postale.

Purtroppo, passati diversi giorni dal bonifico, il motore non è arrivato, il link che lo pubblicizzava ha smesso di funzionare ed il contatto “internet” del venditore “sparito”.

Al malcapitato non è rimasto altro che denunciare il fatto ai Carabinieri, che hanno avviato le indagini del caso riuscendo ad identificare e denunciare alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Massa il truffatore, un Italiano di origini Pugliesi di 29 anni, con numerosi precedenti specifici.

A seguito di questa vicenda i Carabinieri traggono spunto per raccomandare a “tutti” di prestare la massima attenzione sugli acquisti on-line diffidando “sempre” di proposte provenienti da siti non “certificati” o il cui prezzo non sia minimante in linea con il mercato di quello specifico prodotto. 

In caso di difficoltà, dubbi, perplessità i Carabinieri sono pronti a fornire consigli o come in questo caso a smascherare queste persone prive di scrupoli che approfittano di coloro che sono più esposti economicamente.

Ultime notizie

Pannelli di rivestimento facciate degli ospedali: l’Asl Toscana nord ovest è in attesa dell’esito degli approfondimenti tecnici

L’Azienda Usl Toscana nord ovest ha richiesto al concessionario SAT di effettuare le verifiche richieste sulla “presenza di prodotti installati sulle facciate delle strutture...

Il Centro Intercomunale di Protezione Civile è realtà: la Regione assegna 400mila euro all’Unione di Comuni Montana Lunigiana

A darne notizia il sindaco di Tresana a assessore alla Protezione Civile dell’Unione di Comuni Matteo Mastrini che così commenta: "Dopo la Green Community,...

I sindaci di Zeri e Podenzana: “No alla riduzione delle guardie mediche”

Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dei sindaci di Zeri e Podenzana: Si sente da tempo preannunciare la riduzione della presenza delle figure di continuità...
it_ITItalian