Riparte la ricerca di personale nella ristorazione

Il mercato della ristorazione riveste un ruolo significativo per l’economia italiana. Le attività del settore continuano a essere un valore importante per il nostro Paese, oltre a offrire interessanti opportunità di impiego sia per i giovani sia per i meno giovani.

 Il settore della ristorazione si sta rivelando come uno tra i più consolidati e remunerativi in Italia, tanto per chi decide di aprire un’attività in proprio, quanto per chi decide di lavorare da dipendente.

Grazie alla vastissima cultura gastronomica, enologica e culinaria del nostro Paese (primo in Europa), il comparto della ristorazione e dell’ospitalità abbonda di offerte di lavoro per i vari ruoli da ricoprire nella brigata di cucina, tra cui quello di lavapiatti.

 Nonostante la figura professionale sia stata spesso poco considerata, l’addetto alla pulizia dei piatti, delle stoviglie e degli elettrodomestici che compongono la cucina di un ristorante ricopre in realtà un ruolo cruciale per il successo dell’intero servizio.

 Uno dei modi più semplici e rapidi per trovare lavoro in cucina consiste nel pubblicare un annuncio cerco lavoro come lavapiatti sul sito camerieri.it, gestito dall’agenzia digitale di recruiting Jobtech. Consultando le offerte già presenti in piattaforma è invece possibile individuarne una o più di una allineata con le proprie aspettative. Il portale è infatti un punto di contatto ideale tra i ristoranti alla ricerca di personale e i professionisti del settore che possono vantare maggiore o minore esperienza all’interno della cucina.

 Anche per i più giovani, trovare un primo impiego come lavapiatti nel campo della ristorazione può rappresentare un’opportunità per iniziare a familiarizzare con le mansioni e iniziare un percorso di crescita all’interno della brigata. Lasciatosi alle spalle la crisi economica e occupazionale scatenata dall’emergenza pandemica, il comparto italiano dell’Ho.Re.Ca. appare infatti in netta ripresa. Secondo i dati di Fipe-Confcommercio, il trend negativo iniziato nel 2020 si è invertito, con l’intero settore del food-delivery che è tornato a generare ricavi riassestandosi sui livelli pre-pandemici.

 Gli italiani, che non hanno mai smesso di ordinare cibo da asporto o a domicilio, hanno dunque ricominciato a consumare fuori casa e a frequentare ristoranti, bar e pizzerie. Segnale che la ristorazione è una risorsa davvero molto importante per l’economia del Paese e per l’intera società. Del resto, incontrarsi per un pranzo, una cena o un aperitivo è un uso che è entrato a tutti gli effetti a fare parte dello stile di vita di ogni italiano e italiana.

Ultime notizie

Disabilità visiva, aperto info point ANIC ad Aulla

L'info point Giovani ANIC è attivo da quest'anno anche ad Aulla, in Piazza Gramsci all'interno del palazzo comunale. Si tratta...