mercoledì 28 Settembre 2022

Ponte di Albiano, Confartigianato aiuta le imprese nella richiesta dei contributi

“Ponte di Albiano, imprese e famiglie non possono stringere la cinghia e i denti ancora a lungo. Servono subito soluzioni pratiche e aiuti ulteriori. La nostra associazione intanto offrirà gratuitamente supporto tecnico alle aziende per presentare le domande di contributi a fondo perduto della Regione Toscana”. È la Confartigianato apuana a lanciare la sfida, tramite il direttore Gabriele Mascardi: l’associazione datoriale ha deciso di mettere in moto la sua macchina amministrativa per dare una mano concreta alle piccole e medie imprese messe due volte in ginocchio, prima dalla pandemia e dopo pure dal crollo del Ponte di Albiano.
Un disastro avvenuto ormai oltre sette mesi fa e che a oggi non ha ancora avuto una soluzione, neppure parziale. “Ci sono centinaia di aziende e migliaia di imprese fra Toscana e Liguria che vivono un disagio indescrivibile anche solo per andare a fare la spesa o a scuola. Figuriamoci per lavorare. L’attività dell’amministrazione Valettini è stata incessante, assieme ad Anas ed al Collegio dei consulenti tecnici d’ufficio, per il progetto  la messa in sicurezza e rimozione delle macerie. Oggi chiediamo però di accelerare i tempi – prosegue il direttore – sia per ripristinare la circolazione, con la costruzione di un ponte Bailey o di nuove rampe autostradali, sia per la ricostruzione definitiva. Come abbiamo denunciato per il ponte di via Menconi ad Avenza, la macchina burocratica è lenta, si rimpallano responsabilità e di conseguenza lo sconforto  travolge gli  imprenditori. È ora di passare dalle parole ai fatti e che le Istituzioni intervengano con tutti gli strumenti che hanno a disposizione”.
In attesa di un ‘miracolo’, c’è da superare un presente quanto mai incerto e in quella direzione va il bando della Regione Toscana che stanzia 150mila euro a fondo perduto per aiutare le attività economiche colpite dal crollo del ponte. Un’agevolazione destinata alle Piccole e medie imprese iscritte alla Camera di Commercio e i titolari di partita Iva  esercenti attività economiche e produttive extra-agricole la cui attività non risulti cessata al momento di presentazione della domanda con sede legale o unità locale nella frazione di Albiano.
Preparare i documenti per la domanda non è però facile ed è su questo fronte che Confartigianato ha deciso di  dare una mano concreta: “Ci siamo confrontati in video conferenza con i rappresentanti della Regione e del Comune di Aulla evidenziando la complessità del bando. Abbiamo così chiesto e ottenuto una proroga della scadenza delle domande, dal 30 novembre al 20 dicembre. Infine – conclude Mascardi – per supportare le imprese del territorio in questo momento difficile i nostri uffici saranno a disposizione per l’assistenza  nella presentazione della domanda per ottenere il contributo a fondo perduto in maniera completamente gratuita”.

Ultime notizie

A Pontremoli “Una giornata in sicurezza”

Sirene, mezzi di ogni sorta, posti di blocco, ricerca di indagati: Pontremoli sabato 1 ottobre diventerà un vero e proprio teatro della legalità, ma niente...

Fosdinovo: un ricco corredo archeologico

I primi due fine settimana di ottobre vedranno svolgersi a Fosdinovo (MS) due eventi nazionali del Touring Club Italiano dedicati alla Giornata nazionale dei...

Marina di Massa: ancora disperso in mare il giovane turista tedesco

Sono proseguite per tutta la giornata di ieri, ancora con esito negativo, le ricerche del giovane disperso in mare che nella notte di lunedì...
it_ITItalian