venerdì 7 Ottobre 2022

Operazione “Scuole Sicure”: la Polizia di Stato sequestra hashish ad un giovane

Si aggiravano in un giardino pubblico di Massa venerdì scorso, non lontano da alcune scuole, con l’atteggiamento di chi aveva qualcosa da nascondere, anche perché avevano visto nelle vicinanze un equipaggio della Squadra Volante della Polizia, impegnata nei controlli previsti dal Questore, nell’ambito del piano nazionale “Scuole sicure”, disposto dal Capo della Polizia, che prevede un aumento della presenza di pattuglie in prossimità dei plessi scolastici.
Obiettivo, prevenire lo spaccio ed il consumo di stupefacenti tra gli studenti.
In particolare gli Agenti hanno concentrato la loro attività sui momenti di aggregazione in occasione dell’orario di entrata o uscita dalle scuole, quando i giovani potrebbero essere “avvicinati” da persone sospette.
Così i poliziotti hanno deciso di controllare i ragazzi colti in atteggiamento sospetto, mentre, al termine delle lezioni, si trovavano seduti su di una panchina di un parco: fermati e identificati hanno cominciato ad innervosirsi durante le operazioni di rito. Una condotta che ha portato gli operatori di Polizia a procedere con la perquisizione personale: addosso a uno dei giovani sono stati trovati due spinelli e altra modica quantità di sostanza del tipo hashish. Per questo il ragazzo è stato segnalato all’autorità amministrativa per uso personale di stupefacente, con successivo sequestro della sostanza trovata nelle sue tasche.

Ultime notizie

Geotermia, la Toscana punta al raddoppio. Monni: “Governo, basta incertezze”

La Toscana punta al raddoppio della potenza geotermica in tempi brevi. A Earth, fiera dell’innovazione tecnologica in campo ambientale, l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni...

Mostra e Convegno  “I funghi del castagneto”

L’autunno si sa, è stagione ricca per il Comune di Pontremoli e per tutto il territorio in cui questo è inserito. Funghi, castagne, cromature...

Tpl, Baccelli scrive ad Autolinee: “Troppi disservizi, necessari chiarimenti”

Oltre 1000 reclami giunti al Numero Verde regionale, il triplo di quelli pervenuti nello stesso periodo l’anno scorso. Oltre il 40% di questi riguarda...
it_ITItalian