mercoledì 28 Settembre 2022

Operazione antidroga ad Aulla: due arresti

I Carabinieri del N.O.RM della Compagnia di Pontremoli hanno inferto un duro colpo alla piazza di spaccio Lunigianese.

Da qualche tempo i Carabinieri dell’Aliquota Operativa avevano notato qualcosa di strano nel comportamento di due giovani, spesso visti aggirarsi nelle zone di spaccio della bassa e alta Lunigiana.

L’operazione antidroga, iniziata alle prime luci dell’alba del 28 giugno, cui hanno preso parte anche le unità cinofile di Pisa-San Rossore, è terminata nel tardo pomeriggio con l’arresto di due italiani per “detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”

La prima abitazione a essere perquisita è stata quella di un 21enne, con precedenti penali, residente in bassa Lunigiana; il giovane all’apparenza mite e tranquilla, con un lavoro stabile, aveva adibito la propria abitazione a vero e proprio “deposito”; alla richiesta dei militari se nascondesse in casa della droga, l’uomo è stato da subito molto collaborativo, consegnando spontaneamente pochi grammi di “hashish” ed una piccola somma di denaro; un’abile mossa,ma la sua espressione, però, è cambiata nel momento in cui è spuntato il cane antidroga.

L’unità cinofila, dopo aver fatto un giro in casa, è stata condotta nella cantina dove ha dato subito chiari segnali di agitazione che stanno ad indicare la presenza di sostanze stupefacenti: ed ecco spuntare, nascosti tra varie cianfrusaglie, circa 400 gr. di hashish, circa 50 grammi di Marijuana e quasi 56mila euro in contanti, oltre a vari strumenti per pesare e confezionare la droga.  

A quel punto è scattata la seconda operazione, questa volta a casa di un operaio 43enne, anch’esso con precedenti penali, abitante in Val di Magra; all’interno dell’abitazione i carabinieri hanno trovato, grazie anche al fiuto del cane antidroga di Pisa-San Rossore che era in supporto, circa 450 gr. di hashish, circa 90 grammi di Marijuana e quasi 9mila euro in contanti, oltre a vari strumenti per pesare e confezionare la droga.

Entrambi sono stati dichiarati in arresto per “detenzione illecita di stupefacenti ai fini di spaccio” e l’esito dell’operazione è stato riferito ai Pubblici Ministeri di turno della procura di Massa, Alessia Iacopini, e della Procura della Spezia, Elisa Loris; entrambi sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Ultime notizie

A Pontremoli “Una giornata in sicurezza”

Sirene, mezzi di ogni sorta, posti di blocco, ricerca di indagati: Pontremoli sabato 1 ottobre diventerà un vero e proprio teatro della legalità, ma niente...

Fosdinovo: un ricco corredo archeologico

I primi due fine settimana di ottobre vedranno svolgersi a Fosdinovo (MS) due eventi nazionali del Touring Club Italiano dedicati alla Giornata nazionale dei...

Marina di Massa: ancora disperso in mare il giovane turista tedesco

Sono proseguite per tutta la giornata di ieri, ancora con esito negativo, le ricerche del giovane disperso in mare che nella notte di lunedì...
it_ITItalian