Mister Secchiari (Filattierese), fiducioso per una possibile ripartenza dei campionati con condizioni

di Bruno Fazzini

In riferimento del secondo lockdown che ha colpito tutto lo sport, in questo caso il calcio dilettantistico, specialmente i tornei regionali e provinciali dall’Eccellenza alla Terza Categoria, mister Augusto Secchiari da Gragnana allenatore di lungo corso, in questa stagione sulla panchina della Filattierese esprime la sua personale opinione al delicato argomento: “Questo inizio di campionato è stato uno dei più sinistrati sotto l’aspetto del Covid, la metà delle squadre del girone sono state coinvolte.

Dopo l’inizio della stagione con la disputa dei gironi della Coppa Toscana, il torneo di Seconda non è decollato per nulla rispetto ad altri gironi e di campionati vedi la Prima Categoria dove ci sono le tre nostre rappresentanti Serricciolo, Don Bosco Fossone e Romagnano. Nel ‘mio’ girone due squadre non hanno neppure iniziato la loro stagione come il Monti e Monzone per via dei vari contagiati. Per quanto riguarda quello che è successo in campo purtroppo in quel breve periodo la società Filattierese ha cambiato diverse pedine nella dirigenza dal massimo dirigente e collaboratori al direttore sportivo con programmi ben precisi.

Fare un campionato tranquillo lottare per altri posti diversi dalla salvezza all’ultima giornata. Come squadra si è parecchio rinnovata diciamo in tutti i ruoli, iniziava la stagione con diverse amichevoli di rodaggio apparse interessanti con l’organico in pieno allestimento allestimento. Nelle partite di coppa dopo il buon pareggio al Bottero contro il Mulazzo, e la sconfitta nel derby contro il Podenzana dove siamo usciti dal match a testa alta non demeritando.

In campionato con la squadra quasi al completo nella prima giornata siamo usciti indenni sul difficile campo del Ricortola, strappando un pari. Nel secondo turno convincente vittoria interna di misura contro i versiliesi del Lido di Camaiore poi purtroppo il tutto è terminato lì.
La squadra cominciava ad avere una buona fisionomia dove il gruppo si amalgamava gradatamente, purtroppo era ed è sempre orfano del nostro bomber, indiscutibile icona del calcio lunigianese Roberto Mori per via della lunga squalifica, dove la davanti il suo peso manca eccome.

Per quanto concerne il torneo vedevo come protagoniste le versiliesi, in prima fila il Viareggio autentica corazzata costruita per il grande salto, il Massarosa e la Fortis Camaiore poi le nostre lunigianesi in primis la Fivizzanese. Per una eventuale ripartenza vado cauto, sempre con i dovuti protocolli e tanta sicurezza come era stato nel periodo fine agosto settembre scorso i campionati possono ripartire. In seconda le 24 giornate da smarcare essendo ridotto il numero delle partecipanti a 14, dal prossimo marzo fino a luglio cinque mesi giocando tutte le domeniche, dove nei mesi di maggio e luglio ci sono cinque festivi, tutto potrebbe essere realizzabile per portare a termine le stagione, però ad una condizione e certezze uguale per tutti, quindi il mondo pallonaro dei dilettanti ritornerebbe a sorridere”.

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!