La Misericordia di Bagnone costruisce un dispensario in Congo

collage dispensario misericordia bagnone

Un dispensario per la maternità è stato costituito a Lukumu, villaggio situato nella parte centrale della Repubblica Democratica del Congo, provincia di Kwilu, nella Diocesi di Idiofa a 450 Km da Kinshasa.

L’iniziativa è della Confraternita di Misericordia di Bagnone diretta dal nuovo Governatore Mareno Barbieri che è anche Consigliere Nazionale delle Misericordie d’Italia con la disponibilità economica della Misericordia di Pontremoli, del Coordinamento provinciale delle Misericordie di Massa-Carrara, dell’associazione “Donne di Luna” di Bagnone e di alcuni privati.

“La diocesi di Idiofa – spiega il Governatore Mareno Barbieri -. ha una superficie di 40.000 Km/q e conta 2.750.000 abitanti dei quali 1.552.000 sono battezzati. Gli abitanti vivono in estrema povertà (450 dollari è il reddito pro capite annuo) e sono soggetti ad innumerevoli malattie per le precarie condizioni di vita. Attualmente nella zona (Lukumu e circondario) si contano circa 20 parti al mese. Le famiglie sono molto numerose ed in media contano 8 figli; di questi il 10% non raggiunge il 5° anno di età. Ricapitolando: il progetto darà un grande beneficio in termini di qualità di vita e assistenza sanitaria a circa 650 mamme e 3.000 bambini“.

Il Governatore aggiunge: “Nella parrocchia di Lukumu operano il sacerdote Jacques Marie Nzir e la consorella Suor Graziana del Lieto Messaggio con sede in Pontremoli. Padre Jacques e suor Graziana sono molto conosciuti e stimati negli ambienti della cooperazione umanitaria e missionaria cattolica ( sono seguiti dall’associazione S.C.I.L.L.A) ed in modo particolare in Lunigiana ove periodicamente soggiornano per promuovere la loro attività ricercando aiuti finalizzati alla costituzione di servizi indispensabili in favore della comunità nella quale operano.”

Barbieri spiega in che cosa consiste il progetto, attuato del costi di diverse migliaia di euro. “Il progetto del quale ci siamo occupati – precisa Barbieri – ha visto la costruzione del fabbricato che ha accolto il dispensario, portato a termine nel 2020. Per dare inizio all’attività si è reso necessario l’acquisto delle attrezzature sanitarie. Infatti il dispensario è composto da un ambulatorio adeguato alle necessità e dove le giovani mamme usufruiscono di un’adeguata assistenza al parto e la possibilità di partorire in sicurezza evitando i decessi purtroppo frequenti sia delle mamme che dei neonati. Tutto questo è stato reso possibile soprattutto grazie all’installazione di attrezzature moderne importanti anche per curare il più possibile le malattie infantili effettuando anche piccoli interventi chirurgici. Il dispensario è importante anche per il fatto che si è cercato di eliminare le morti delle donne che provenendo da lunghe distanze e che spesso partoriscono e muoiono durante il viaggio”.

Questi i materiali acquistati: due scatole chirurgiche; una bilancia; due sfigmomanometri; un tavolo da parto; 12 letti e relativi materassi; un’incubatrice; un microscopio; un glucometro; un emoglobinometro; materiale idoneo vario.

Il Governatore non si ferma qui e annuncia che “Nella Misericordia a breve sarà costituito un organismo programmatico operativo, costituito da persona volontaria esperta sia nel settore socio-sanitario che soprattutto negli ambienti ospedalieri ed Asl. Questo organismo – precisa Barbieri – opererà in collaborazione con le Istituzioni preposte e con le Associazioni allo scopo di donare un valido contributo operativo necessario in un comprensorio come il nostro che ha molte frazioni disseminate e con una popolazione molto anziana che necessita continuamente di assistenza ed altro. In arrivo ad ottobre un moderno mezzo a 9 posti attrezzato anche per il trasporto disabili e molte altre iniziative che saranno organizzate  dal nuovo organismo”.

Nelle foto: Gruppo di bambini a Lukumu; Padre Jacques, suor Graziana ed altri; il Governatore Bsrbieri primo a destra in piedi in alto con un gruppo di volontari

Lascia un commento
Total
4
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!