Massa, sequestrati armi, droga e denaro: due uomini arrestati

Nel corso del fine settimana i militari del nucleo investigativo dei carabinieri hanno condotto simultaneamente due distinte operazioni che hanno permesso di arrestare un uomo di 34 anni con precedenti penali residente a Massa, trovato in possesso di 4,25 kg di hashish, 2 pistole, 156 cartucce di vario calibro, 5 ordigni esplosivi e 45.500 euro in denaro contante. Arrestato anche un uomo di 60 anni di Massa anche lui pregiudicato, trovato in possesso di 1 pistola e 39 cartucce.

La prima perquisizione è stata svolta in località Redicesi, presso l’abitazione di un uomo già noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi giudiziari in materia di stupefacenti e gravi reati contro la persona, per i quali risultava infatti già sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali. All’interno del suo appartamento i militari hanno rinvenuto i primi 24.000 euro in banconote di vario taglio, appositamente sigillate sottovuoto all’interno di una busta in plastica, nonché una trentina di cartucce di vario calibro detenute illegalmente.


In considerazione dell’assenza di giustificazioni plausibili fornite dal proprietario circa l’ingente somma di denaro, il controllo è stato ulteriormente approfondito, fino al rinvenimento di numerosi mazzi di chiavi, uno dei quali è risultato aprire l’ingresso di una seconda villetta particolarmente isolata nella vicina località Pariana, all’interno della cui cantina i militari hanno trovato un revolver calibro 38 dotato di 10 cartucce, un revolver Smith&Wesson calibro 38 con 25 cartucce, due confezioni di munizioni con 91 cartucce complessive calibro 38 e ben 5 candelotti esplosivi di fattura artigianale, in ottimo stato di conservazione e dotati di miccia a lenta combustione e detonatori.


L’attenzione dei militari è stata infine rivolta ad una cassaforte occultata nell’incavo di una parete, all’interno della quale erano nascosti ulteriori 21.500 euro in contanti e ben 4, 25 kg, di hashish, verosimilmente destinati allo spaccio all’ingrosso nell’intera area Apuana.
La perquisizione si è conclusa con il sequestro di un motociclo Honda, nascosto all’interno della proprietà e risultato rubato a Milano nel 2019.


Nel frattempo i militari hanno eseguito una seconda perquisizione nel quartiere Castagnara, sempre a Massa, presso l’abitazione di un secondo soggetto del posto, noto ai militari. Il 60enne è stato trovato in possesso di una pistola Beretta calibro 6,35 detenuta illegalmente, con 4 cartucce all’interno del caricatore e 35 cartucce di vario calibro.


Il 34enne massese è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi, munizionamento ed esplosivi, e deferito all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione del motoveicolo rubato trovato in suo possesso. L’ingente quantitativo di denaro è stato sottoposto a sequestro poiché ritenuto il guadagno delle attività di spaccio condotte dall’arrestato, anche in considerazione della evidentissima incompatibilità con il tenore reddituale di quest’ultimo. Gli ordigni esplosivi rinvenuti, a seguito dell’intervento tecnico degli artificieri dell’Arma, sono stati ritenuti di buona fattura artigianale e potenzialmente micidiali, motivo per quale, dopo aver ultimato le analisi tecniche del caso e le relative campionature, sono stati fatti brillare in una località sicura.

Anche il 60enne è stato dichiarato in arresto per detenzione illegale di arma da fuoco e relativo munizionamento, a chiusura di un’operazione che ha rappresentato indubbiamente il più ingente sequestro di armi e droga degli ultimi anni nella provincia massese.
Saranno ora le indagini dei carabinieri a dover fare luce sui lati tuttora oscuri dell’intera vicenda, con particolare riferimento alla provenienza della sostanza stupefacente, dell’esplosivo e delle armi da fuoco, anche per accertare se queste siano state utilizzate in passato per la commissione di altri delitti.


Nel corso della mattinata odierna si sono celebrate le udienze di convalida dei due arresti, all’esito delle quali il Gip. presso il tribunale di Massa ha disposto la custodia cautelare in carcere per il 34enne e la misura degli arresti domiciliari per il 60enne.

Total
54
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
Total
54
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: