lunedì 27 Maggio 2024

Maltempo, secondo Coldiretti 30mila famiglie apuo-lunigianesi a rischio alluvione

La nuova allerta meteo mette in apprensione più di 30 mila famiglie apuo-lunigianesi che vivono in aree a rischio alluvione e allagamenti. 16 mila sono invece i cittadini che abitano in aree potenzialmente a rischio frane. A dirlo è Coldiretti Massa Carrara in riferimento alla nuova ondata di maltempo che ha fatto scattare una nuova allerta arancione per rischio idraulico in provincia facendo cadere in appena 36 ore più di 60 mm di acqua su Pontremoli ed oltre 50 su Zeri. Le precipitazioni abbondanti di queste settimane e la sequenza di eventi estremi che si sono susseguiti mettono a nudo la grande fragilità di un territorio che ha già pagato molto in termini di calamità naturali.

I grandi disagi causati dalla abbondanti precipitazioni e la frequenza degli eventi estremi sempre più caratterizzati da forti nubifragi e bombe d’acqua fanno emergere le criticità idrogeologiche di un territorio che prosegue purtroppo la sua pericolosa corsa al consumo di suolo con oltre 8 mila ettari di aree artificiali ed impermeabili secondo l’ultimo rapporto Ispra che da un lato contribuiscono all’aumento delle temperature soprattutto nelle aree urbane e dall’altro espongono la popolazione al rischio alluvioni con quasi 23 mila residenti in aree a rischio elevato ed altri 53 mila in aree a rischio medio.

Per questo – continua Coldiretti Massa Carrara – l’Italia deve difendere il proprio patrimonio agricolo e la propria disponibilità di terra fertile con un adeguato riconoscimento sociale, culturale ed economico del ruolo dell’attività nelle campagne. La perdita delle campagne pesa anche sull’approvvigionamento alimentare del Paese in un momento in cui peraltro l’incertezza e la guerra sta provocando difficoltà negli scambi commerciali favorendo le speculazioni.

Per Coldiretti Massa Carrara “occorre accelerare sull’approvazione della legge sul consumo di suolo che giace da anni in Parlamento e che potrebbe dotare l’Italia di uno strumento all’avanguardia per la protezione del suo territorio”. Ma servono anche investimenti per la manutenzione, risparmio, recupero e regimazione delle acque, un impegno per la diffusione di sistemi di irrigazione a basso consumo, ricerca e innovazione per lo sviluppo di coltivazioni resistenti.

Per informazioni www.massacarrara.coldiretti.it oppure pagina ufficiale Facebook @coldirettimassacarrara, Instagram @Coldiretti_Toscana e  pagina ufficiale YouTube “Coldiretti Toscana”

Articoli Simili

Verified by MonsterInsights