Lunedì sciopero degli addetti Aspi – Autostrade per l’Italia

Incroceranno le braccia per 4 per quattro ore lunedì 22 febbraio tutti gli addetti del Gruppo Aspi – Autostrade per l’Italia. A darne notizia unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Viabilità e Logistica spiegando che “siamo alle solite, se non peggio, perché nella passata gestione gli accordi sottoscritti venivano applicati. Infatti in primo luogo alla base della proclamazione c’è il mancato rispetto dell’accordo nazionale del 2018 sulla garanzia del presidio h 24 in tutte le stazioni della rete autostradale e del turn over nei settori operativi”.

“Inoltre il piano industriale 2020 – 2024 che ci è stato recentemente presentato, pur riconoscendone la portata in materia di nuovi investimenti in opere infrastrutturali e di assunzioni nel campo della progettazione della direzione lavori e della digitalizzazione – spiegano le organizzazioni sindacali – presenta molte criticità in termini di servizi complessivamente offerti all’utenza, mediante una vera e propria desertificazione del nastro autostradale e dei caselli, e di impatto occupazionale nei settori operativi dell’esazione, degli impianti e dell’esercizio, pregiudicando anche la possibilità per i precari storici di Aspi di trovare uno sbocco occupazionale”.

“Lo sciopero – precisano infine Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Viabilità e Logistica – che si svolgerà nel rispetto della legge sulla regolamentazione degli scioperi e con la garanzia dei servizi minimi, per il personale addetto ai caselli e turnista sarà articolato dalle 2 alle 6, dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22, mentre il restante personale si fermerà le ultime 4 ore del proprio turno di lavoro”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!