martedì 6 Dicembre 2022

In Lunigiana un weekend all’insegna del gioco e del cibo sano

Quello di sabato 14 e domenica 15 maggio è stato un fine settimana all’insegna del gioco sano e del buon cibo, grazie al progetto Slow Life/Slow Games, ideato dall’ASL Toscana nord ovest in collaborazione con Lucca Crea, incentrato sulla prevenzione alle azzardopatie.

“Slow Life/Slow Games – sottolinea Maurizio Varese, direttore dell’area delle dipendenze della ASL Toscana nord ovest – è nato per incentivare il gioco sano, da tavolo, di ruolo o semplicemente di interazione, a discapito del gioco d’azzardo, che isola l’individuo dal resto del mondo, portandolo ad avere problemi di salute, e non solo. Educando non solo i ragazzi, ma anche gli adulti, a uno stile di vita e di gioco lento, sano, di socializzazione e collaborazione si dà così un’alternativa ai giochi malsani”.

Slow Life/Slow Games si è ‘inserito’ all’interno di due importanti festival Enolia a Seravezza (14 maggio) e Tour Day a Pontremoli (14 e 15 maggio) grazie alla collaborazione con le condotte Slow Food, parte importante del progetto. Collaborazione nata, oltre che dal nome (Slow Food si contrappone al Fast Food come Slow Games si contrappone al Fast Game – ovvero il gioco d’azzardo), dal fatto che se si parla di uno stile di vita sano, esso non può non essere necessariamente legato anche al cibo buono, sano e degustato al giusto ritmo, ovvero lentamente.

A  Seravezza i giovani e meno giovani hanno potuto partecipare allo slow games in due diverse modalità. La prima era caratterizzata da due quiz a squadre a tema olio, in linea quindi con gli altri appuntamenti della manifestazione. Il pubblico, diviso a squadre, si è sfidato con domande riguardanti i prodotti tipici locali ma anche sulle credenze relative al gioco d’azzardo. Per il resto della giornata hanno avuto grande successo i giochi da tavolo, che hanno attirato grandi e piccini.

A Pontremoli la cottura nei testi e i giochi da tavolo si sono intrecciati durante la manifestazione Tour Day per due giornate in un connubio ben riuscito. Ma non solo. Anche qui si sono tenuti due quiz a squadre incentrati non solo sui prodotti tipici locali, ma anche sul dialetto pontremolese.

Gli appuntamenti sono stati accolti con piacere dal pubblico e dalle istituzioni, grazie alla presentazione di un tema importante e al modo in cui la ASL Toscana nord ovest e Lucca Crea hanno deciso di affrontarlo, ovvero creando un’alternativa

Ultime notizie

Massa: dopo il furto una nuova chitarra per i “Donatori di musica”. Solidarietà al reparto di oncologia

Dopo l'episodio, che ha visto il furto all'interno della sala relax dell'ospedale Apuane e l'appello del direttore del reparto di oncologia Andrea Mambrini, sostenitore...

Festival MutaMenti: sabato 7 dicembre ad Aulla Martha J. e Francesco Chebat reinterpretano i Beatles

"Che un mondo senza i Beatles, sarebbe un mondo infinitamente peggiore" è una citazione dal Film Yesterday di Danny Boyle che trova certamente d'accordo...

Ultimi giorni per iscriversi al corso di ritratto di Spazi Fotografici

Sono gli ultimi giorni utili per iscriversi al nuovo corso di fotografia di Spazi Fotografici: in programma il 14, 17 e 21 dicembre sarà...
it_ITItalian