In corso gli arresti per 14 furti seriali a danno di esercizi commerciali

A seguito di articolate indagini espletate dalla Polizia di Stato e dall’Arma dei Carabinieri, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Massa-Carrara Dario Berrino, su richiesta della Procura della Repubblica, rappresentata dal Sostituto Procuratore Roberta Moramarco, ha emesso 3 misure cautelari, due per la custodia cautelare in carcere e una per gli arresti domiciliari a carico degli autori dei furti aggravati seriali commessi negli ultimi mesi in tutta la provincia. Sarebbero i responsabili delle spaccate che si sono verificate nei giorni scorsi anche ad Aulla, con un danno nella nottata di oggi a Podenzana.

L’operazione congiunta fra Arma dei Carabinieri e Polizia di Stato è in corso di esecuzione. 20 uomini, tra agenti del Commissariato di P.S. di Carrara, coadiuvati da quelli dell’U.P.G.S.P. della Questura di Massa-Carrara, e militari del N.O.R.M. della Compagnia di Massa, unitamente a quelli della Stazione Carabinieri di Massa, stanno effettuando le perquisizioni delegate dalla Procura di Massa – Carrara, presso i domicili degli indagati, con successiva sottoposizione alla misura cautelare.

L’indagine trae origine da 13 episodi di furti occorsi da ottobre 2020 sino alle ultime settimane sia nel territorio nel Comune di Massa che nel Comune di Carrara, a danno di esercizi commerciali quali bar, alimentari e ristoranti, ove veniva forzata o distrutta la vetrina per poi asportare il registratore di cassa, oltre al furto di diversi veicoli, poi impiegati anche per la commissione dei furti.

I reati contestati vanno dal furto aggravato, poiché commessi con volto travisato, violenza sulle cose e approfittando di circostanze di tempo e di luogo tali da ostacolare la privata difesa, fino alla ricettazione di diverse autovetture.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Leggi altro
Contattato telefonicamente, il sindaco di Casola in Lunigiana, nonché presidente dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana, Riccardo Ballerini, è…
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!