20 Febbraio 2024, martedì
10 C
Fivizzano

Dal 7 al 9 giugno Carrara Studi Aperti

È stata da poco resa nota la data della prossima edizione di Carrara Studi Aperti. La tre giorni nata da un’idea di Zoran Grinberg e Stefanie Oberneder e giunta alla decima edizione, si terrà come da tradizione nella città di Carrara, da venerdì 7 a domenica 9 giugno 2024. Proprio in questi giorni è stata lanciata anche la grafica che accompagnerà la nuova programmazione, frutto della collaborazione tra l’artista Xenia Guscina e l’associazione di promozione sociale Oltre.

L’immagine disegnata dalla mosaicista Guscina vede raffigurate due figure femminili che guardano con speranza ad una montagna, che rappresenta idealmente le Alpi Apuane. Nell’immaginario dell’artista le due donne incarnano delle mediatrici divine che ai piedi delle Apuane si fanno portatrici degli strumenti di lavoro tipici degli artigiani: una martellina da mosaico e una raspa per il gesso, mentre nello sfondo si intravede un sole nascente dai colori accesi e con tratti raggianti che richiama allo stile iconico dell’arte sacra e ai simboli tradizionali della storia russa, paese di origine dell’artista.

Xenia Guscina

L’elaborazione grafica scelta dall’associazione Oltre per la decima edizione di Carrara Studi Aperti intende trasmettere il senso di appartenenza universale alla comunità locale degli artisti, che da sempre caratterizza la storia della città. Una storia che anche quest’anno porterà artigiani e artisti di Carrara ad aprire le porte dei loro laboratori per far conoscere anche a chi viene da fuori gli infiniti mondi che abitano e risiedono nella città. “Una città che spesso ci sembra abbandonata da Dio – racconta Guscina – ma che è in realtà una fucina di artisti che ribolle di creatività. Una realtà sociale con grandi potenzialità che vanno incrementate e sostenute.”

“Dieci edizioni di creatività che passa dai nostri laboratori e studi d’arte – dice l’assessore alla Cultura del Comune di Carrara Gea Dazzi -. Un bel traguardo per una manifestazione che incarna al meglio la nostra cifra identitaria, quella di City Unesco of Craft and Folk Art. Come amministrazione ci impegneremo affinché questo circuito unico al mondo di artisti e artigiani, che si apre con grande disponibilità e professionalità a numerosi visitatori nei due giorni di Studi Aperti, possa divenire sempre più sistemico e attrattivo anche in vista di una promozione turistico-culturale continuativa della nostra città”.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili