20 Aprile 2024, sabato
12 C
Fivizzano

Cosimo Ferri si candida alle elezioni politiche

Dopo aver corso per la carica di Sindaco del Comune di Carrara, aver sostenuto al ballottaggio Simone Caffaz (destra) ed essere stato sconfitto da Serena Arrighi (centro sinistra), Cosimo Ferri sarà presente anche alle elezioni politiche del prossimo 25 settembre.

“Sarò candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale Massa-Viareggio con il #TerzoPolo guidato da Carlo Calenda, una scelta per continuare a lavorare con impegno per il mio territorio – scrive Ferri sulla sua pagina Facebook -. […] Sarò candidato anche come capolista alla Camera nel collegio plurinominale in Liguria e per una candidatura di vero servizio in Emilia Romagna nel collegio plurinominale Parma-Piacenza-Reggio Emilia”.

Cosimo Ferri è stato eletto deputato il 4 marzo 2018 come indipendente nelle liste del Partito Democratico, nella circoscrizione Toscana. Nel settembre 2019 ha lasciato il PD per aderire a Italia Viva di Matteo Renzi.

“Sono contento di queste candidature perchè mi permetteranno di fare un ragionamento territoriale più ampio sui temi che lì legano e che ho già seguito in questi anni di attività politica: si pensi ad esempio al lavoro fatto per la ricostruzione del ponte di Albiano Magra e all’attività parlamentare per il proseguimento della realizzazione della ferrovia pontremolese che in questa legislatura ha fatto passi in avanti significativi, alla centralità dei Porti di Marina, di Carrara, La Spezia, che sono gestiti dalla stessa Autorità Portuale”, ha chiarito il politico lunigianese

“Sono quindi pronto e determinato a fare bene. Anche nel solco della recente esperienza elettorale di Carrara che ha dimostrato, pur in un tempo assai breve, come gli elettori siano aperti all’ascolto e pronti a dare fiducia alle proposte credibili, concrete e motivate dalla costante presenza tra la gente”.

Diego Remaggi
Diego Remaggihttp://diegoremaggi.me
Direttore e fondatore de l'Eco della Lunigiana. Scrivo di Geopolitica su Medium, Stati Generali e Substack.
News feed
Notizie simili