Calcio, eccellenza: riparte il campionato ridotto

Pontremolese calcio

Nel prossimo weekend riparte il campionato di Eccellenza Toscana(in certe regioni era iniziato lo scorso fine settimana, pareggio esterno della Fezzanese sul campo della Sestrese 2-2) come i vari tornei regionali della Lega Nazionale Dilettanti maschili e femminili, compresi quelli del calcio a 5, e il tanto atteso ritorno in campo sarà finalmente una realtà.

Una novità è che non ci saranno tutte le società che si erano presentate ai nastri di partenza l’estate scorsa, non saranno rappresentate in ogni categoria tutte le regioni. La partecipazione infatti è stata fissata su base volontaria e non sono mancati i club che hanno deciso di non tornare in campo, facendo le proprie legittime valutazioni. C’era chi però premeva perché si tornasse a giocare, vuoi per un desiderio di ritorno alla normalità perduta ma anche per provare a dare continuità alla propria missione sportiva e sociale.

E così tra il mese di febbraio e la metà di marzo sono state poste le condizioni affinché le competizioni regionali di vertice(che hanno ottenuto il riconoscimento del “preminente interesse nazionale” da parte del Coni) potessero avere l’opportunità di provare a ripartire dopo il brusco stop dello scorso ottobre, anche in considerazione del collegamento diretto con i campionati nazionali di serie D, Serie C femminile e serie B di calcio a 5(sia maschile che femminile).

È stata invece deliberata dalla F.i.g.c. l’interruzione definitiva per le competizioni organizzate dalla L.n.d. su base territoriale dalla promozione ai tornei giovanili. Affrontando nuovi scenari molto diversificati, la L.n.d. e la Figc hanno realizzato una sintesi delle proposte elaborate dai Comitati Regionali e dai Comitati Provinciali Autonomi di Trento e Bolzano.

Una volta ottenuto il numero di adesioni per singolo territorio, per la definizione dei format, è stato necessario adeguare gli stessi alle Linee Guida della Federazione, che ha posto delle condizioni minime per la riorganizzazione dei vari tornei. Per l’Eccellenza maschile, ad esempio, ha stabilito che il numero congruo per poter esprimere una promozione in serie D fosse di almeno 10 squadre partecipanti alla massima competizione regionale. Tuttavia la Figc, ha poi fatto delle valutazioni sui diversi contesti, rilasciando ove possibile delle deroghe per favorire la ripresa delle attività.

Promozioni : In base a quanto stabilito dalla Figc, avranno diritto a una promozione in serie D le società di Eccellenza maschile delle regioni Abruzzo,Calabria, Emilia Romagna,Liguria, Marche,Molise, Puglia,Sardegna e Trento/Bolzano. Invece due promozioni per Campania,Lazio,Piemonte Valle d’Aosta,Sicilia, Toscana e Veneto, infine tre promozioni per la Lombardia. Nessuna promozione per Basilicata(dove aveva raccolto solo 5 adesioni), Friuli Venezia Giulia(che però avrà 2 formazioni accorpate da un girone del Veneto e quindi sarà in gioco per un eventuale salto di categoria. Importanti novità sul fronte dei tesseramenti, i calciatori delle squadre rinunciatarie saranno svincolati in presenza delle condizioni a fronte delle richieste di cui agli art. 32 bis( svincolo per decadenza del tesseramento) e 108 (svincolo per accordo) delle Noif, così come sarebbe avvenuto alla data canonica del 30 giugno 2021.potranno trasferirsi a titolo temporaneo fino al prossimo 30 giugno presso un altro club della stessa categoria che invece prosegue l’attività, a semplice richiesta congiunta di quest’ultimo e dell’atleta. Inoltre, in deroga all’articolo 103 delle Noif, è consentita la risoluzione di trasferimenti a titolo temporaneo nel solo ambito dilettantistico di calciatori già tesserati per la società che non riprendono l’attività nella stagione sportiva 2020/2021, al fine di consentire agli stessi e alle stesse il rientro alla originaria società cedente che, viceversa ha deciso di proseguire l’attività.

Infine nel caso in cui la società cedente non riprenda l’attività, il calciatore potrà rientrare alla stessa società ed essere trasferito, anche in questo caso, con una semplice richiesta congiunta. La Figc ha prolungato i termini del tesseramento, inizialmente fissati al 31 marzo scorso, prolungato al 15 aprile.

Alle competizioni che riprenderanno, così come agli allenamenti collettivi, dovrà essere applicato il protocollo sanitario attualmente vigente per i campionati nazionali della Lnd. Le società potranno liberamente scegliere di aderire alla convenzione con Federlab, oppure di affidarsi ai servizi di altri laboratori che garantiscano gli stessi standard fissati dal protocollo sanitario in vigore. Le sedute di gruppo, però, potranno essere svolte solo dalle Società che hanno deciso di riprendere le attività.

Nella nostra regione in lizza risultano 19 formazioni suddivisi in due raggruppamenti, per il girone A dieci squadre quali Cascina, Ponsacco 1920, Frates Perignano, Tau Calcio Altopascio, Massese 1919, San Miniato Basso, San Marco Avenza 1926, Cuoiopelli, Tuttocuoio 1957 e Polisportiva Camaiore. Nel B girone a 9 con riposo dove risultano , Fortis Juventus 1909, Pontassieve, Poggibonsi, Firenze Ovest, Signa 1914, Colligiana, Terranuova Traiana, Colligiana e Valdarno. Per quanto concerne le nostre due rappresentanti inserite nel girone A , ricordiamo i raggruppamenti di solo andata che inizierà domenica 18 aprile per chiudere il 6 giugno. La Massese e gli avenzini della San Marco inizieranno il mini girone tra le mura amiche rispettivamente contro i pisani del San Miniato Basso e la Cuoiopelli invece il derby sarà a calendario alla 6^a giornata il 25 maggio in casa delle zebre di mister Matteo Gassani.

Entrambi i club in questo calciomercato hanno rinforzato gli organici, per il team di Stefano Turi si sono accasati l’attaccante Marco Jardella ex di Serricciolo e Capezzano Pianore i centrocampisti Abdou Niang classe 2001 ex Primavera del Torino e Nicholas Ballani (2002) dal Real Forte Querceta. Per i cugini di una ambiziosa Massese sono arrivati in via degli Oliveti i centrocampisti Ousmane Thaiam dal club sardo del Lanusei, Simone Michelotti, Francesco Malanchi rispettivamente dallo Zenit Audax e Fucecchio, per il reparto offensivo l’albanese Kristian Palaj dalla Valdinievole Montecatini.

Total
2
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
Total
2
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!