1 Marzo 2024, venerdì
10.5 C
Fivizzano

Sarzana, lite al pronto soccorso: scatta la denuncia per interruzione di servizio

Il 28 luglio scorso glia genti della della polizia di Stato di Sarzana, verso le ore 21 sono intervenuti presso il pronto soccorso dell’ospedale San Bartolomeo di Sarzana su richiesta del personale per una lite tra due donne di origine moldava e gli infermieri di turno, avvenuta nella sala d’attesa del pronto soccorso.

Il caso è iniziato verso le ore 15.30, quando le due donne avevano accompagnato la madre presso la struttura ospedaliera, riferendo che la donna aveva un dolore al ginocchio destro da circa una settimana in assenza di trauma.

Alla paziente nella scheda di triage in accettazione era stato assegnato un codice verde ed era stata fatta entrare all’interno del triage. In relazione al codice di triage assegnato e all’intenso afflusso di richieste, l’attesa della madre si era protratta a lungo, tanto che alle ore 20.35 circa le figlie che l’avevano accompagnata, e presumibilmente erano rimaste nella sala d’attesa, avevano notato che la donna si trovava sempre seduta in carrozzina nel corridoio del pronto soccorso, lamentandosi per il fatto che aveva necessità di andare in bagno e nessuno l’aveva accompagnata.

Le figlie quindi si erano presentate nuovamente all’accettazione protestando vivamente tanto che, l’infermiere al momento presente, aveva acconsentito a farle accedere temporaneamente nella zona riservata a pazienti e personale ospedaliero, per dare un conforto alla madre, anche per tranquillizzarle sulle sue condizioni di salute.

Diversamente da quanto previsto però una volta raggiunta la madre le due donne avevano iniziato da subito a gridare, protestando nuovamente perché a loro dire la donna aspettava da ore senza la minima assistenza, aggiungendo che non le era stato dato nulla da bere né era stata accompagnata in bagno nonostante le richieste.

Le urla hanno attirato l’attenzione del personale che si è avvicinato alle donne per comprendere i motivi del comportamento e per tranquillizzarle in modo da ripristinare un clima idoneo allo svolgimento del lavoro.

Da lì è nata un’accesa discussione, durante la quale i sanitari intervenuti non sono riusci di un’infermiera.

Dalle sommarie informazioni del personale in servizio è emerso che entrambe le donne con i loro atteggiamenti hanno arrecato disturbo e causavano l’interruzione della normale attività di pronto soccorso, dandosi man forte l’un l’altra nelle proteste verso il personale.

La situazione ha costretto gli operatori sanitari a interrompere la loro attività creando una situazione di disagio per i pazienti e un ritardo nell’assistenza ai degenti. Solo l’intervento della polizia è poi riuscito a riportare alla calma le due donne.

In particolare gli agenti hanno riscontrato che che la dottoressa di turno, ha interrotto la valutazione di un paziente con triage in codice rosso appena giunto presso la struttura ospedaliera, così come gli infermieri hanno interrotto rispettivamente il soccorso a pazienti in sala Covid, il servizio di accoglienza in sala triage, e la medicazione di un paziente in codice rosso. Le due donne sono state quindi denunciate a piede libero per interruzione di pubblico servizio e violenza a incaricato di pubblico servizio.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili