giovedì 23 Maggio 2024

Due arresti a Sarzana, pomeriggio impegnativo per la Polizia

Giornata particolarmente impegnativa, quella di martedì 16 aprile, per gli uomini della Polizia di Stato di Sarzana che, nell’ambito di due distinte attività, hanno eseguito due arresti.

In particolare, nel pomeriggio, durante gli ordinari servizi di controllo del territorio, la Polizia ha fermato per i reati di lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale un 37enne di origine nordafricana, già noto alle Forze dell’Ordine.

In particolare, l’equipaggio della Tonale del Commissariato di Sarzana è stata fermata da alcuni cittadini allarmati e spaventati dalla presenza di uno straniero in forte stato di agitazione psicofisica che, senza motivazione alcuna, pronunciava frasi minacciose nei confronti degli stessi, arrecando disturbo e molestie alle persone presenti. 

L’uomo, privo di documenti e sin da subito decisamente aggressivo verso gli agenti intervenuti, oltre a rifiutarsi di declinare le proprie generalità, si è gettato a terra, dimenandosi, per evitare di essere portato in Commissariato ai fini del foto-segnalamento e rivolgendo ai Poliziotti offese e ingiurie.

Con difficoltà gli operatori sono riusciti a condurlo negli uffici di Piazza Vittorio Veneto con l’aiuto dei colleghi intervenuti, sebbene lo straniero continuasse ad urlare verso i poliziotti frasi sconnesse come “Io vi brucio, se vi prendo fuori vi uccido”, sferrando calci e pugni contro gli stessi, colpendo un agente alla gamba. 

Per tale motivo, l’uomo è stato tratto in stato di arresto dando tempestiva comunicazione al PM di turno, dottoressa Conforti, che ne ha disposto la detenzione in carcere.

Stamane l’AG ha convalidato l’arresto mantenendo per l’uomo le prescrizioni in atto.

Altro caso poi quello dello straniero che da diversi anni soggiornava regolarmente in Italia e che ieri mattina è stato arrestato dalla Polizia di Stato di Sarzana su ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Genova.

Gravato da numerosi precedenti penali e diversi alias, l’uomo, nato nel 1976, dovrà espiare pene 
per reati commessi dal 2012. Una volta rintracciato e identificato dai Poliziotti della Squadra Anticrimine del Commissariato è stato condotto alla locale Casa circondariale.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
Verified by MonsterInsights