Marinella: polizia ferma due uomini che avevano occupato un casale per spaccio e nascondiglio di oggetti rubati

Nel corso di controlli per la prevenzione e la repressione del traffico di sostanze stupefacenti nella vallata del Magra, è stato rintracciato alcuni cittadini marocchini la cui presenza era stata segnalata dai cittadini, che avrebbero occupato dei casali all’interno della tenuta di Marinella e da lì avrebbero messo in piedi un’attività di spaccio.

Nella serata del 21 ottobre scorso la squadra volante del commissariato di Sarzana è entrata intorno alle 21 all’interno di uno di questi casolari e precisamente in quello ubicato subito dopo la ex stalla della tenuta dove i giorni precedenti la squadra anticrimine aveva già identificato alcuni persone.

Gli agenti sono giunti allo stabile, passando da alcuni campi incolti e ispezionando le varie baracche che conducevano al rudere, in totale assenza di luce, dopo aver aperto la porta di ingresso del casolare, trovata regolarmente chiusa con evidenti tracce della presenza di persone che l’avevano occupata da poco per la presenza di spazzatura fresca.

Accertato che all’interno dello stabile non c’era nessuno è stato effettuato un accurato controllo. Gli agenti hanno rinvenuto una bicicletta del valore di circa 4000 euro, 4 cellulari, un orologio marca Longines con brillanti del valore di circa 2000 euro. Per tutti gli oggetti sono in corso accertamenti r accertarne la provenienza.

In un angolo della stessa camera è stato individuato un borsone in similpelle con all’interno degli abiti da uomo e un barattolo di vetro contenente cocaina del peso di 8,669 grammi e un bilancino funzionante, oltre che vari ritagli di cellophane usati per il confezionamento.

In considerazione del fatto che nei giorni precedenti la squadra di polizia giudiziaria avesse già individuato due uomini che dimoravano all’interno del casolare, S.S., 42 anni nato in Marocco e L.M. 32 anni nato in Marocco, è stato predisposto un apposito servizio di appostamento.

Infatti alle ore 1.30 gli agenti hanno notato due persone provenienti dal percorso pedonale che collega la tenuta di Marinella con Luni Mare, riconoscendo i due uomini controllati i giorni precedenti, poichè indossavano gli stessi abiti. Favoriti dalla ore notturne e dalla forte pioggia, i due hanno però fatto perdere le loro tracce.

La mattina seguente alle prime luci dell’alba il personale della squadra volante e della squadra anticrimine hanno effettuato un nuovo accesso all’interno del casolare individuando S.S. e L.M., che stavano dormendo all’interno delle due stanze adibite a camere da letto.

Sul posto è stato fatto intervenire anche la polizia scientifica per effettuare rilievi fotografici delle due stanze occupate.

Segnalati all’autorità giudiziaria S.S. per i reati di produzione e spaccio sostanze stupefacenti e invasione di terreni e edifici, mentre L.M. È stato segnalato per invasione di terreni e edifici.

I due cittadini marocchini sono risultati regolari sul territorio nazionale in quanto la Spagna ha rilasciato il regolare permesso di soggiorno e ora sta collaborando per un eventuale revoca. Le indagini stanno continuando per identificare altri persone coinvolte.

Ultime notizie

Disabilità visiva, aperto info point ANIC ad Aulla

L'info point Giovani ANIC è attivo da quest'anno anche ad Aulla, in Piazza Gramsci all'interno del palazzo comunale. Si tratta...