20 Aprile 2024, sabato
9 C
Fivizzano

Atti osceni in luogo pubblico, denunciato uomo

Lo scorso 2 marzo, la Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà un 43enne della Val di Magra per aver commesso, con più azioni, atti osceni in luogo pubblico, presso una fermata dell’autobus solitamente frequentato da studenti anche di età minore degli anni 18.

Su segnalazione di due ragazze appena maggiorenni la Squadra Anticrimine del Commissariato ha effettuato tutte le indagini necessarie per giungere alla completa identificazione della persona resasi responsabile di dette azioni. 

Le ragazze hanno raccontato che mentre si trovavano alla fermata alla fermata del bus in via Cisa Sud, erano state raggiunte, nelle mattine del 22 e del 26 febbraio 2024, un’autovettura con a bordo il solo conducente, un uomo di circa 45 anni. 

Il 22 febbraio il veicolo andava si era fermato proprio davanti a quella fermata del bus ed a brevissima distanza dalle giovani che, nella circostanza, hanno avuto quindi modo di notare l’autovettura con il finestrino anteriore lato passeggero completamente abbassato e che il conducente della stessa si trovava seduto alla guida con i pantaloni e l’indumento intimo calati sino all’altezza delle ginocchia con le parti intime in piena vista restando fermo col proprio veicolo per circa un minuto o forse più, costringendo le ragazze a dirigere lo sguardo in altra direzione.  

Successivamente analogo episodio si è riproposto il 26 febbraio quando una ragazza sola si è trovata presso la solita fermata in attesa di salire a bordo di un pullman in direzione di Sarzana. 

A seguito dei preliminari riscontri, la Polizia Giudiziaria del Commissariato, è risalita al proprietario dell’auto e a seguito di ulteriori accertamenti ha ricostruito dettagliatamente quanto avvenuto. 

​A seguito degli accertamenti, è stato applicata a carico dell’uomo la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio (art. 2 D.Lvo 159/2011) dal Comune di Santo Stefano di Magra, essendo lo stesso residente in altro comune della Provincia, e richiesta alla Divisione Anticrimine della Questura della Spezia ogni ulteriore o diversa misura di prevenzione eventualmente scaturente dalle condotte accertate e dalla personalità e pericolosità dell’autore delle stesse.   

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili