Zeri, trappole per la caccia al cinghiale ostacolano le attività di ricerca dei dispersi

Gli operatori cinofili che nella giornata di ieri hanno soccorso un uomo che si era perso nella zona di Zeri hanno segnalato un fatto molto grave.
Nei pressi dell’intervento sono state infatti trovate trappole per la caccia al cinghiale che hanno messo in pericolo sia i soccorritori che – soprattutto – i cani da ricerca.
Cavi d’acciaio micidiali, oltretutto illegali, nascosti in zona da bracconieri per cacciare il cinghiale.
Addirittura è stata trovata una carcassa di una pecora: rimasta intrappolata, nella sua agonia ha mangiato tutta l’erba che circondava la trappola fino a morire lentamente.
Un’attività illegale che ha messo a serio rischio l’incolumità di uomini e animali che erano impegnati in un’operazione di ricerca.
Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!