Trofeo San Giorgio: Alberti conquista per primo la vetta del Giogo, la cilena Salas prima tra le donne

COMUNICATO STAMPA
Una corsa in salita durissima e affascinante, da Comano alla vetta del Monte Giogo, ha esaltato le prestazioni dei vincitori ma anche di tutti i coraggiosi atleti che si sono cimentati in questa sfida: quasi 1000 metri di dislivello e 11 chilometri di ascesa con un caldo a tratti feroce non hanno fermato una tribù di quasi 130 podisti che hanno onorato nel migliore dei modi questa competizione ideata dall’arcigno Francesco Fedele.
Tutti, solo per averla finita, meritano un applauso !
Bravissimo Andrea Alberti del Team Apuania Running che ha tagliato per primo  il traguardo in meno di 1 h, segnatamente 59 primi e 12 secondi, precedendo Gabriele Benedetti della Pro Avis Castelnuovo Magra e Saverio Crocetti del Gp Parco Apuane.
Tra le donne il successo è arriso all’atleta di origine cilena Andrea Bernardita Salas del Marciatori Antraccoli che ha prevalso su Margherita Cibei (ASD Golfo dei Poeti) ed Elena Bertolotti della Strafassone.
La gara, ultima del Trittico Malaspina (le altre due  erano il Corri per Aulla e il Trofeo di Podenzana)  ha incoronato vincitori e Signori della Lunigiana Gabriele Benedetti della Pro Avis Castelnuovo Magra e l’arcigna Margherita Cibei mentre tutti coloro che hanno portato a termine il Trittico sono stati nominati Cavalieri della Lunigiana.
Grande merito della riuscita della manifestazione va agli organizzatori , al Comune di Comano, ai Volontari e ai militi della Pa che hanno vigilato sull’incolumità degli Atleti dal borgo sino alla vetta.
Gara avvincente, da affrontare con intelligenza per dosare ogni goccia di energia: dalla Porta dei Cavalieri di Comano alla Porta del Paradiso o Porta del Cielo sulla sommità del Monte Giogo dove vicino ai Radar della base Nato dismessa era posto il traguardo: 11 chilometri di salita inframmezzati da un tratto di sterrato dove solo i migliori hanno corso e dove la maggior parte ha adottato il passo veloce per poi riprendere a correre sull’ultimo tratto asfaltato.
Tuttavia una volta arrivati alla cima, la sodisfazione e’ immensa:  lo Speaker Giorgio Malacarne ti saluta scandendo  il tuo nome e ricevi subito una bellissima medaglia che ostenti orgoglioso al collo !
Lo spettacolo e il panorama mozzafiato che si possono godere da lassù ti ripagano di tutte le energie profuse per arrivare alla meta e le gambe dure e l’acido lattico… e altri dannati problemi… finisci per dimenticarli… al diavolo anche la calura insopportabile… Il Giogo… è nostro !!!
Le  imprecazioni che hai tirato per la fatica e i tafani che non ti davano tregua, e la sete ……santiddio…si traducono in un sincero ringraziamento per chi comunque ha avuto questa idea e ti ha fatto vivere questa esperienza veramente arcigna.

 

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: