Il successo anche nostro di Io Vivo Sostenibile

Oltre cinquemila persone hanno scelto Bocca di Magra per il loro fine settimana. Un vero e proprio successo per la sesta edizione del Premio Io Vivo Sostenibile, la kermesse ambientale di cui avevamo già parlato e che si distingue da quelle abituali per l’apertura oltre i ‘confini del settore’. Raccontano gli organizzatori: “L’idea fondante era proprio quella di concentrare insieme appuntamenti di grande spessore tecnico con altri di tipo culturale o volti all’intrattenimento, di modo da coinvolgere non solo esperti ma anche e soprattutto cittadini, giovani, turisti”. E poi aggiungono, senza nascondere soddisfazione ed entusiasmo, che “in tanti sono venuti apposta per la manifestazione, in tanti senza nemmeno essere mai stati prima nel nostro territorio: così la nostra stessa iniziativa è stata una buona occasione per fare, in modo sano e intelligente, del turismo sostenibile”. Turismo sostenibile protagonista dei momenti di confronto assieme a architettura sostenibile, pulizia e recupero dei fondali marini, dissesto idrogeologico e tutte quelle ‘buone pratiche’ più o meno vicine, messe in atto. Oltre a questo, come già detto, spazio alla scoperta, del territorio e del gusto, e alla cultura con l’apertura di Villa Romana, visitabile grazie alla guida dell’Associazione VaraMagra, e allo stesso tempo ‘regina’ degli eventi artistico-culturali per aver ospitato, in questa ‘tre giorni’, la mostra di scultori locali curata da Daniele Brochetelli e, nel suo giardino, ben quattro presentazioni di libri e un incontro sulla cucina d’autore con gli chef stellati Ricciardi e Tomei.

Tutti appuntamenti che hanno attirato un grande pubblico, un pubblico che si è fatto ancora più ricco nel finale di domenica con il Talk Show di Premiazione presentato dai giornalisti Piero Muscari e Paolo Liguori. Vincitori di questa edizione l’architetto Renzo Piano e l’ingegnere Francesco Ossola per la categoria “Ricerca e innovazione”, Slow Food Italia per “Commercio Equo Solidale”, Altraeconomia per “Divulgazione e sensibilizzazione”, Fonderia Boccacci per la categoria “Privati impegnati”, Ars Food per la “Produzione Bio”, il Comune di Ponte nelle Alpi come ‘Ente pubblico virtuoso’ e il già citato chef Mauro Ricciardi per “Eccellenze Ameglia”. Ultimo ma non ultimo il vicino Agriturismo Montagna Verde che ancora una volta ha portato la nostra Lunigiana in un podio nazionale e che si è guadagnato il premio per la categoria “Turismo Ecosostenibile” grazie a tutto ciò che, nel tempo e nelle persone di Mario e Barbara Maffei, ha realizzato e in virtù soprattutto dell’importante opera di riqualificazione che ha condotto il borgo di Apella, nel giro di pochi anni, a nuova, raggiante vita.

Sostenibile

La serata è stata inoltre l’occasione per conferire Menzioni Speciali ai Parchi Nazionali delle Cinque Terre e dell’Appennino Tosco-Emiliano, al Parco Regionale di Montemarcello Magra, all’Associazione Trame di Lunigiana e alla Scuola Edile Spezzina. Il tutto alla presenza del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dell’Assessore Regionale Giacomo Giampedrone, del Prefetto di La Spezia Mauro Lubatti e di molti Sindaci liguri, tutti felici d’aver conosciuto da vicino le belle storie che si portano dietro le eccellenze italiane. La cerimonia si è conclusa infine con la promessa, da parte di organizzatori e Sindaco d’Ameglia, di replicare l’esperienza: per un nuovo Villaggio Sostenibile, sempre a Bocca di Magra, l’anno prossimo.

Sostenibile

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Leggi altro
È consistente anche qui nell’Appennino tosco-emiliano il rischio terremoto. Siamo vicini al Parco Nazionale dei Monti Sibillini in questo…
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!