Strade provinciali e guard rail: la Provincia in risposta all'intervento di Mastrini

Dalla Provincia, strade provinciali e guard rail: risposta all’intervento del Sindaco Mastrini. “Piuttosto che continuare a far inutile polemica venga a protestare con noi a Roma come componente dell’assemblea dei sindaci”

“Rischia quasi di apparire come una scenata di gelosia l’ennesima uscita sulla stampa del sindaco di Tresana Mastrini rispetto alla questione guard rail sulle strade provinciali del suo comune, problema che non è solo suo: nell’articolo si lamenta, anzi veramente si riporta che ‘si infuria’ per la notizia di un intervento della Provincia su un’altra strada per ripristinare dei parapetti con 24 mila euro, mentre per le strade del suo Comune non si trovano finanziamenti per i guard rail”.

Comincia così la replica di Carletto Marconi, consigliere provinciale delegato alla viabilità: “Mastrini continua nella sua polemica, che rischia di apparire pretestuosa, anche dopo l’incontro con il presidente al Palazzo Ducale con il presidente nei giorni scorsi, nel corso del quale a lui e alla cittadinanza erano stati forniti tutti i chiarimenti e le informazioni sulla questione. Nella foga di far polemica, poi, finisce per paragonare mele e pere: se avesse letto l’atto con il quale si approvano i lavori sulla strada da lui citata avrebbe potuto capire che si tratta di ‘lavori di ricostruzione’ di parapetti danneggiati, con un progetto approvato e finanziato nel bilancio 2016. I finanziamenti per questo tipo di interventi provengono anche da indennizzi a seguito di incidenti che causano danni ai parapetti esistenti: e su questo, come saprà Mastrini, esiste un obbligo di intervento. La realizzazione di nuovi guard rail appartiene invece ad un’altra categoria, trattandosi di investimenti. Lo abbiamo già detto e scritto a Mastrini che non esistono per noi due categorie di cittadini: siamo intervenuti nel mese di marzo sulla Sp 23 nel comune di Tresana con 30 mila euro, solo per citare l’ultimo, ma nessun altro sindaco si è levato lamentandosi”.

“Anche io nel mio comune, come sindaco, – continua – ho dei tratti di strada provinciale che avrebbero necessità di simili interventi, e come me molti altri sindaci: ragionando come amministratore provinciale si deve pensare ai 670 km di strade, non solo al pezzo che interessa a Mastrini. Occorre un progetto complessivo e servono risorse complessive che non abbiamo per la situazione finanziaria delle province. Senza che il sindaco Mastrini torni sul discorso del perché le province sono così, siamo sulla stessa barca ed occorre impegnarsi insieme per lo stesso obiettivo”.

“Quindi – aggiunge a quanto detto da Marconi il presidente Lorenzetti – piuttosto che far polemica inutilmente sulla stampa Mastrini, come componente dell’assemblea dei sindaci, terzo organo istituzionale della Provincia, venga con noi a Roma il 18 maggio per partecipare alla giornata di mobilitazione promossa dall’Unione delle Province per chiedere al Governo adeguati fondi che impediscano alle amministrazioni provinciali di andare in dissesto. Rispetto ad iniziative di reperimento fondi per l’acquisto di guard rail ben vengano. Se Zucchero risponderà al suo invito saremo i primi ad acquistare il biglietto, sia io che il consigliere Marconi, unendo in questo modo l’utile al dilettevole”.

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: