Quando tradizione e territorio si uniscono: il coniglio alla cacciatora

Piatto tipico della cucina italiana, è entrato a far parte di molti ricettari regionali sparsi per tutto lo stivale, arricchendosi – e differenziandosi per questo – di ingredienti tipici, rappresentanti territori diversi. Stiamo parlando del coniglio alla cacciatora.

Probabilmente originaria del secondo dopoguerra, questa ricetta ha infatti radici contadine, in quanto piatto di carne bianca, e come si diceva qui sopra, associato ad ingredienti poveri e semplici per lo più, diversi a seconda del territorio d’origine. Per quanto riguarda la Lunigiana, il coniglio alla cacciatora, è certamente solo una delle modalità di preparazione di questa carne; c’è l’abbinamento alla polenta e ai funghi, la cottura in forno, la preparazione in umido. Anche nella vicina Liguria, nello specifico del Levante, e quindi nella provincia spezzina, il coniglio è un piatto della tradizione, soprattutto la versione in umido e alla cacciatora, con pinoli e olive. Oggi, il coniglio alla cacciatora, o in una delle ricette citate, è diventato uno dei simboli del pranzo della domenica. Ma di settimana o di festa – anche se non per tutti – rimane un piatto tradizionale, gustoso e, possiamo dire, decisamente parte delle cucine lunigianesi. E allora, buon appetito!

Ingredienti e preparazione

1 coniglio lavato, preparato e tagliato a tocchetti, olio d’oliva, vino bianco, qualche pomodoro maturo, aglio, prezzemolo, noce moscata, sale e pepe.

In una pentola, fate soffriggere la carne con olio e uno spicchio d’aglio. Versate il vino e fate evaporare, poi aggiungete i pomodori; aggiustate di sale e aggiungete pepe e un pizzico di noce moscata. Secondo una ricetta antica, inoltre, a fine cottura veniva aggiunto al coniglio, in trito di aglio e prezzemolo.

Alternativa: è possibile, ed è spesso di tradizione, l’aggiunta di olive, o di sostituire i pomodori con pomodorini.

Per accompagnare: citato più volte, lo Chef consiglia un Colli di Luni Rosso DOC Niccolò V

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!