Dall'Inghilterra, per la musica e una buona causa

Dall’Inghilterra alla Lunigiana – e più precisamente al Teatro della Rosa – per una buona causa. È questo il viaggio che compirà il maestro Roger Windmill, insieme ai suoi coristi, per suonare, sabato 30 aprile alle 21, a sostegno di e con il Centro Diurno Alzheimer. È questo il viaggio che farà il suo coro Andante, fondato nel 1999 a Milton Keynes e da sempre attivo nel sociale, per incontrare altri due gruppi locali e dare vita insieme a loro a una serata speciale – “3 Choirs Concert” – che vedrà protagoniste le colonne sonore più famose di tutti i tempi. Così, il coro inglese, l’Al Sass di Pontremoli e il Santa Pazienza di Bagnone si esibiranno, alternandosi, sulle note delle canzoni più conosciute, tutte prese da film e musical, ripercorrendo su queste i temi per loro ‘cardine’: ossia l’amore, la gioia, la vita. Ecco perché questa iniziativa – patrocinata dal Comune, aperta a tutti e gratuita – non è solo valida alternativa al sabato sera ma occasione per fare un regalo a qualcuno e, allo stesso tempo, per ricordare, in compagnia di qualcuno (anzi, di molti), quello che, alla fine, più conta. E quello che per la sua forza può contare e valere sempre e nonostante, anche solo per lo spazio breve dell’attimo.

Andante è nato da subito con l’obiettivo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza ad associazioni locali: obiettivo raggiunto se si conta che dalla fondazione a oggi ha raccolto quasi 80000 euro. È composto da 18 coristi, molti dei quali impegnati anche in cori più grandi, e offre un repertorio ricchissimo che conta colonne sonore, brani classici, inni, spiritual e umoristici. Ogni anno esegue almeno una decina di concerti e nel periodo natalizio si dedica ai tradizionali ‘Christmas carols’ in pub e ristoranti, sempre a favore di una buona causa e, in particolare, a sostegno della locale struttura per malati terminali. Il suo maestro, Windmill, diplomato al Trinity College of Music di Londra, ha insegnato per molti anni e lavorato, come esaminatore, per il Trinity Guildhall in Europa e Estremo Oriente. Oggi, pensionato, vive la musica come un hobby e dirige, Andante compreso, due gruppi. 

Il coro Santa Pazienza del maestro Michele Boggio nasce invece dall’unione di amici di diverse parrocchie nel 2013, dapprima con mission principalmente ecclesiastica e poi rivoltosi, come ensemble di voci, al cinema, al gospel e alla classica. Al Sass, infine, il cui è nome è omaggio alla pietra del Piagnaro, è diretto dal maestro Ivano Poli e più vecchio e dal 1995 propone cover e ri-arrangiamenti originali, di brani popolari, rinascimentali, classici e madrigali, accompagnando manifestazioni culturali e iniziative volte alla valorizzazione della nostra tradizione.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Leggi altro
Videoarte – Sette  lavori video di artisti internazionali tra più interessanti nel panorama contemporaneo, una inaugurazione evento –…
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!