Nella terra dello Spino Secco: sulle orme dei feudatari Malaspina con Mangia Trekking nella notte

NELLA TERRA DELLO SPINO SECCO

“…sulle orme dei feudatari Malaspina con Mangia Trekking nella notte …”

 
Un bel “tuffo” nella storia antica della Lunigiana è stato compiuto l’altra sera da alcuni membri dell’associazione Mangia Trekking, i quali con una classica attività di alpinismo lento notturno, partendo dal borgo dell’Arpiola e percorrendo l’originaria via nel bosco, sono saliti a visitare lo straordinario borgo di Mulazzo. Una classica iniziativa sportivo culturale, nel luogo che intorno all’anno 1220, divenne e fu per circa sei secoli, capitale dei feudi dei Malaspina dello Spino Secco. Periodo nel quale il territorio di Mulazzo venne costellato di castelli, torri e rocche ancora oggi ben visibili. Con questa iniziativa l’associazione Mangia Trekking ha voluto, ancora una volta, mettere la lente d’ingrandimento, e far conoscere un luogo del territorio, storico per eccellenza, ove Dante Alighieri in virtù della pace assicuratagli dagli amici Malaspina e dai vescovi di Luni, trascorse un lungo periodo, mentre era impegnato alla stesura della Divina Commedia. Infatti si racconta che proprio a Mulazzo, Dante avrebbe iniziato la scrittura dell’VIII canto dell’Inferno, e poi riconoscente, nell’VIII canto del Purgatorio scrisse parole lusinghiere nei confronti degli amici Malaspina, la cui durevole dinastia, terminò con Azzo Giacinto III, all’arrivo in Lunigiana delle truppe napoleoniche. Durante la lunga attività notturna nella terra dei Malaspina dello Spino Secco, gli amici di Mangia Trekking, come vuole lo spirito migliore dell’alpinismo lento, hanno fatto anche una piacevole sosta pranzo al “ Caracol ” per degustare i testaroli accompagnati da altre tipiche specialità legate alla tradizione lunigianese. Così l’associazione, nel consigliare a tutti la visita a questi borghi pregnanti di tradizione e storia, prosegue nel proprio percorso verso nuove avventure che portano alla scoperta, delle ricchezze e bellezze, dei territori verdi, tra Val di Vara e Lunigiana, “terre di mezzo”, comprese tra il mare e la montagna appenninica, dove ha camminato tanta parte della nostra storia e cultura.

Total
0
Shares
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!