Nardi e Mucci: ferri corti nel Pd provinciale, ma Leri non ci sta e risponde.

«Quello andato in scena nella direzione provinciale è uno di quegli spettacoli che non si dovrebbe mai vedere. Diretto da un gruppo dirigente inadeguato e non all’altezza delle sue funzioni, a partire dalla gestione di un’assemblea. Le solite persone che da anni dettano le regole, improvvisando e al tempo stesso destando forte preoccupazione. Sono preoccupata da questo atteggiamento che denota pressapochismo e mala organizzazione, da parte di chi guarda solo ai numeri. Auspico che la direzione regionale del Pd rimedi a questo pasticcio che ottiene come unico risultato, quello di far rimediare una figuraccia per il partito di fronte ai propri elettori. Si tratta dell’ennesima dimostrazione che l’attuale gruppo dirigente è non è in grado di svolgere il proprio ruolo, nuocendo così all’immagine del Pd. Motivo per cui è più che mai necessario un cambiamento di modi e di persone, perché la provincia apuana possa tornare a sperare, che la politica sia realmente al servizio dei cittadini».

Con queste dure parole l’Onorevole Martina Nardi ha accolto la decisione della direzione provinciale sulle candidature al consiglio regionale toscano. L’assemblea, previa votazione, ha stabilito che andranno a contendersi l’unico posto per la Provincia di Massa Carrara Loris Rossetti, Giacomo Bugliani, Maria Cristina Volontè e Silvia Dell’Amico. Mentre Rossetti e Volontè avevano raggiunto il quorum richiesto, Bugliani e Dell’Amico sono stati inseriti avendo raggiunto un consenso maggiore, escludendo di fatto la candidata di area civatiana Milene Mucci.

E proprio questa esclusione è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e ha portato alle dichiarazioni dell’onorevole Nardi, che accusa la direzione di avere inserito nella contesa una donna in più rispetto al previsto proprio per arrivare a questo risultato.

Nella giornata di ieri sono arrivate poi le dichiarazioni dell’area civatiana a cui fa riferimento Milene Mucci, un ennesimo innesco alla miccia che potrebbe fare esplodere la santabarbara in cui si è trasformato il partito. Si richiede inoltre l’intervento della Direzione Regionale per fare luce sulla vicenda.

“A seguito della votazione avvenuta in Direzione Provinciale nella quale e’ stata esclusa dalla lista per le candidature Milene Mucci nostro coordinatore provinciale, l’area Civati del Pd Massa Carrara sottolinea che nessuna sorpresa e’ arrivata in merito al prevedibile comportamento della dirigenza di questa Federazione. La mancanza di attenzione alla partecipazione trasparente e collegiale alla politica del Partito e’ diventata,infatti,una costante , motivo per cui ci siamo sempre trovati a chiedere fin dall’ultimo Congresso un cambio di passo nella gestione delle modalità del fare Politica nella nostra provincia. Ricordiamo che esiste in merito alle prossime Elezioni Regionali un documento, votato all’unanimità dalla Assemblea Regionale nello scorso febbraio, nel quale si raccomanda nella composizione delle liste pari rappresentanza e presenza di tutte le anime del Partito,oltre al rispetto dei criteri di genere e territoriali. L’area che noi rappresentiamo e’ composta da amministratori ,militanti e dirigenti distribuiti su tutta la provincia con un lavoro politico e di presenza indiscutibile. Questo avrebbe dovuto essere valorizzato e tenuto in rilievo.  Il Regolamento del Pd Toscana prevede la valutazione da parte della Direzione Regionale delle liste proposte proprio per ovviare e correggere dove si fossero create situazioni di non rispetto delle indicazioni date. In questo confidiamo rimandando la richiesta di essere presenti, come area politica e di pensiero nella lista della nostra provincia, alla prossima riunione della Direzione Regionale del Pd Toscana che avverra’ come da regolamento entro il 16 della prossima settimana . Piu’ Sinistra deve e può essere possibile nel PD Massa Carrara perche’ ci siamo e vogliamo continuare ad esserci.”

Repentina la risposta del segretario provinciale Cesare Leri che fulmina Martina Nardi con un comunicato al vetriolo

“Credevo di averne viste tante in politica, – scrive Leri nella nota stampa -ma che una donna che ha girato tanti partiti, ne ha fondati di nuovi, anche a carattere familiare, sempre per rimanere in sella sulla sua poltrona ogni volta più comoda, venisse oggi a darci lezioni di morale e rinnovamento proprio no! Quando ho letto le parole di Nardi per un attimo ho creduto di essere su Scherzi a parte. Poi ho realizzato: a parlare era proprio lei! Roba davvero da non credere! Intanto una persona che accusa senza essere stata presente vorrei capire che affidabilità possa avere. “Io non ero presente – ha detto – ma si è evitata la discussione nella direzione del Pd!” Nardi accusa per sentito dire? E’ serio questo? Se si fosse informata avrebbe scoperto che la riunione di venerdì con cui sono state votate le candidature si è svolta in un clima di grande serenità e nel rispetto di tutti. Non basta alla Nardi aver distrutto e diviso già altri partiti? Adesso vuole provarci con il nostro? Non le verrà permesso. Martina Nardi, in politica da non sappiamo ormai quanti lustri, dopo essere passata da Rifondazione Comunista, poi folgorata dalla narrazione di Nichi Vendola, quando gli spazi cominciano a diventare troppo angusti e soprattutto senza tutele e sicurezze per il futuro, scende dal treno di Sel e, come una novella pulzella d’Orleans, adesso nel Partito Democratico per riformarlo e civilizzarlo. Che peccato che questa sete di rimanere a galla e la brama di liberarsi del passato, le faccia perdere anche il pudore e la coerenza. Non accettiamo lezioni da nessuno e men che meno da chi nella vita non ha fatto altro che stare in politica solo per essere candidata a qualcosa e non ha mai lavorato per la collettività ma solo per se stessa. Adesso grida al rinnovamento, con il maldestro tentativo di guidarne il carro. Se così, sono preoccupato e direi imbarazzato!”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!