Lunigiana, controlli straordinari dei carabinieri: 2 arresti e 3 denunce

Nel fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Compagnia di Pontremoli hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha visto impiegati i militari di diverse Stazioni della Lunigiana e dell’Aliquota Radiomobile; gli uomini e le donne dell’Arma hanno battuto a tappeto tutto il vasto territorio della Lunigiana di competenza della Compagnia di Pontremoli mettendo un campo uno sforzo massiccio che ha permesso non solo di garantire ai cittadini un fine settimana sicuro ma anche di raggiungere importanti risultati dal punto di vista della repressione.
A finire nella rete dei controlli sono stati due giovani stranieri entrambi ricercati perché destinatari di ordini di carcerazione emessi dai Tribunali di Massa e La Spezia.
Uno straniero classe ’87 era ricercato per tentato furto dallo scorso 03 settembre per fatti commessi a Carrara nell’ottobre 2016 quando aveva tentato di forzare due autovetture; nell’occasione era stato arrestato dai Carabinieri di Carrara unitamente ad un altro complice ed era stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso; il Tribunale di Massa pochi giorni fa aveva emesso la sentenza per questi fatti e lo aveva condannato alla reclusione di 10 mesi e 20 giorni; i Carabinieri nel corso dei controlli lo hanno rintracciato e condotto in carcere dove adesso dovrà scontare la pena.
Il secondo a finire in manette è un 29enne marocchino pregiudicato che era ricercato dallo scorso 11 maggio quando era stato condannato alla pena di 3 anni e 11 mesi per traffico di sostanze stupefacenti; i fatti risalgano all’aprile 2015 quando lo straniero a Ponzano Magra era stato trovato in possesso di un discreto quantitativo di stupefacenti. A seguito della condanna l’uomo si era dato alla macchia facendo perdere le sue tracce. Negli scorsi giorni da Sarzana, dove aveva sempre dimorato, si era spostato a Podenzana dove i Carabinieri lo hanno rintracciato insieme ad un connazionale. Insospettiti dall’atteggiamento ambiguo dell’uomo i militari hanno fatto dei controlli più approfonditi e scoperto che lo stesso era destinatario del provvedimento di carcerazione. I Carabinieri lo hanno così condotto in carcere e denunciato per soggiorno illegale sul territorio dello Stato essendo lo stesso privo di permesso di soggiorno. La stessa sorte è toccata ad uno straniero pregiudicato cl. 99 anch’egli controllato dai militari dell’Arma e risultato essere irregolare sul territorio dello stato.
Attenzione particolare i Carabinieri hanno dedicato alla prevenzione del fenomeno della guida in stato di ebbrezza al fine di tutelare la sicurezza degli utenti della strada in questi ultimi giorni d’estate ancora ricchi di eventi sul territorio. Sono stati davvero tanti i cittadini sottoposti ad alcool test con un bassa incidenza del fenomeno a testimonianza di una sempre maggiore consapevolezza, soprattutto tra i più giovani, dei rischi legati alla guida sotto l’influenza di alcool. Numerosi i gruppi di ragazzi controllati al rientro dalle ultime serate di divertimento prima dell’inizio dell’anno scolastico e dell’università; tra questi moltissimi, esattamente come hanno consigliato i Carabinieri nel corso dei numerosi incontri sulla legalità svolti in quest’anno, hanno fatto sedere alla guida chi non aveva toccato la benché minima quantità d’alcool così come impone il Codice della strada per i neo patentati.
Solo un giovane 22enne da Villafranca in Lunigiana è risultato infatti positivo all’alcool test riportando un tasso alcolemico pari a 0,32 grammi per litro; un piccolo quantitativo che non sarebbe rilevante per chi ha la patente da più di 3 anni ma che, nel caso del giovane, gli è costato una multa essendo lo stesso, appunto, neopatentato. Ben più alto, invece, il tasso alcolemico riportato da un donna di 52 anni di Spezia, che ha superato la soglia limite per la denuncia penale riportando un tasso alcolemico di 1,65 grammi per litro che ha fatto scattare per lei il reato di guida in stato di ebbrezza, il ritiro della patente di guida ed il sequestro del veicolo.
In ultimo, a finire nella rete dei controlli dei Carabinieri, è stato anche un 32enne da Aulla che si era messo alla guida privo di patente di guida perché mai conseguita. Per lui, essendo la prima volta, è scattata “solo” una sanzione amministrativa ma adesso rischia la denuncia penale se tornerà alla guida.
Decisamente positivo, quindi, il bilancio dei controlli in quello che è stato solo l’ultimo dei servizi straordinari di controllo del territorio svolti quest’estate in tutta la lunigiana dai Carabinieri che, con l’autunno ormai alle porte, continuano a vigilare costantemente sulla sicurezza dei cittadini.

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!